Governo appeso ad un filo

Venerdì, 04 Novembre 2011 12:40
  

Silvio Berlusconi al G20 di Cannes ha provato a rassicurare i partner europei ed in particolare Angela Merkel e Nicolas Sarkozy, garantendo che i provvedimenti contenuti nel maxi emendamento alla legge di stabilità saranno approvati nel giro di poche settimane. Il premier italiano ha manifestato la volontà, per accelerare l'iter di approvazione, di porre la questione di fiducia sul maxiemendamento i cui contenuti peraltro non sembrano essere ancora definiti. Ma proprio il voto di fiducia rischia di essere un pericolo per il governo. Alla camera dei Deputati infatti la maggioranza, i cui numeri peraltro erano già esigui, dopo le ultime defezioni è letteralmente appesa ad un filo. Due deputati del Pdl sono infatti passati all'Udc e tre cosiddetti "Responsabili" hanno abbandonato il gruppo parlamentare di Popolo e Territorio per approdare al gruppo misto. Il taglio di un quarto di punto dei tassi di interesse operato ieri dalla BCE sembra aver risollevato piazza Affari che ieri ha chiuso in positivo. Nonostante questo, però, il differenziale di rendimento fra i Bund tedeschi e i nostri Btp continua a veleggiare a ben oltre i 400 punti. Una buona notizia per la vecchia Europa sembra venire dalla Grecia: il premier greco Papandreou si è infatti detto disposto a rinunciare al referendum qualora l'opposizione decida di sostenere il piano di salvataggio concordato con l'Unione Europea il 27 ottobre scorso.

Vota questo articolo
(3 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.