Ultime dall’Asilo Nido Fantasma di Marano: Partono i lavori, ma sarà tutto in regola?

Venerdì, 28 Dicembre 2012 10:10
  

Marano. Lo scorso diciotto novembre, vi documentammo lo scandaloso caso dell’asilo nido fantasma di Piazzale Dalla Chiesa a Marano. Vi parlammo dei 750.000€ stanziati dalla Regione Campania per la costruzione della scuola e, soprattutto, dei fondi dell’Unione Europea, 1.600.000€, per la sistemazione degli spazi esterni di quella che era, a tutti gli effetti, una struttura fantasma. Uno spreco clamoroso, reso ancor più grave dal fatto che il terreno su cui si decise di costruire non era altro che un bene confiscato alla camorra. Quello che sarebbe dovuto essere il simbolo della vittoria dello Stato sul crimine divenne l’ennesimo esempio dell’inefficienza delle istituzioni.

A poco più di un mese dalla nostra denuncia, qualcosa, “udite udite”, sembra essere cambiato in meglio, infatti, da qualche giorno sono partiti i lavori per la costruzione dell’asilo. Presto, quello che era un pezzo di terra invaso da erbacce e carcasse di animali morti, sarà un luogo destinato alla collettività.

Ma sarà tutto in regola?

Noi crediamo di no. A seguito di un sopralluogo, abbiamo notato che sulle recinzioni del cantiere non è stata esposta la Tabella Descrittiva dei Lavori.

Ricordiamo che:

Il Testo Unico Edilizia di cui al D.Lgs. n. 380/2001 (riprendendo quanto disposto dall’art. 4 della Legge 47/85) in materia di vigilanza sull’attività urbanistico-edilizia, obbliga l’Impresa esecutrice all’esposizione del cartello (tabella) contenente i dati indispensabili per individuare la concessione e i responsabili dei lavori, nonché a tenere in cantiere copia del permesso di costruire.

Tale tabella deve essere collocata all’ingresso del cantiere in modo da poter essere chiaramente leggibile, possibilmente dall’esterno del cantiere stesso.

L’art. 90, comma 7 del D.Lgs. 81/08 dispone che in tale cartello informativo devono essere riportati i nominativi del Coordinatore in fase di Progettazione e d’Esecuzione.

Le dimensioni e la tipologia di cartello di solito sono stabilite dal Capitolato Speciale d’Appalto di ogni singolo lavoro. Per i lavori pubblici, la Circolare Min. LL.PP. n. 1729/UL del 1990, stabilisce che le dimensioni minime del cartello sono m 1 (base) x m 2 (altezza).

Sempre per gli appalti pubblici l’art 118, comma 5 del D.Lgs. 163/06 stabilisce che nei cartelli esposti all’esterno del cantiere devono essere indicati tutti i nominativi delle imprese subappaltatrici con il numero d’iscrizione alla Camera di Commercio.

Il Cartello deve altresì contenere, ai sensi dell’art 12 del D.Lgs. 37/08, il nome delle imprese installatrici e degli eventuali progettisti degli impianti tecnici.

 

Ora, alla luce di quanto descritto dettagliatamente nel Testo unico edilizia, ancora una volta la legalità stenta a fare la sua comparsa a Piazzale dalla Chiesa infangando, in questo modo, il nome di un eroe che ha perso la vita nella lotta alla criminalità organizzata.

Ovviamente, qualora qualcuno volesse raccontare la sua versione dei fatti, noi di MyGeneration siamo pronti a concedere diritto di replica. Nel frattempo, ci appelliamo al buon senso di tutto l’Ufficio Tecnico di Marano, affinché ci sia maggiore trasparenza su quest’opera pubblica, non solo nel rispetto alla memoria del Generale Dalla Chiesa, ma soprattutto per i cittadini di Marano che hanno il sacrosanto diritto di capire e verificare quanto accade sul proprio territorio.

Vota questo articolo
(4 Voti)
Mirko Galante

Da sempre appassionato di comunicazione in ogni sua forma. Amo la fotografia e le riprese video. Adoro raccontare ciò che mi circonda attraverso uno sguardo critico ma propositivo. Non mi piace la vita in ufficio, ore ed ore dietro una scrivania non fanno per me. Preferisco mettermi in gioco, stare in strada alla ricerca di notizie, condividere esperienze, avventure e pericoli tra la gente. Non posso fare a meno della scarica di adrenalina che si ha quando armato di una telecamera nascosta, raccolgo prove per un'inchesta.

Questo è giornalismo investigativo.

 

Il mio motto è : Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che fanno del male, ma a causa di coloro che guardano senza fare niente. (Albert Einstein)

 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.