Schizofrenia ministeriale

Domenica, 23 Giugno 2013 23:00
  

Cari lettori, questa settimana vi forniamo solo un breve aggiornamento sulla traballante situazione politica del nostro amato Paese; abbiamo detto traballante perché, ovviamente, proseguono i diktat del PdL nei confronti del governo.

Come sicuramente saprete, infatti, la Corte Costituzionale ha affossato (anche) questo (ennesimo) ricorso del Bananoni, che credeva di aver subito un torto quando la Corte del processo Mediaset non accolse una sua richiesta di legittimo impedimento (perché guarda caso lui aveva convocato un consiglio dei ministri proprio nel giorno dell'udienza in cui avrebbe dovuto comparire). Oltretutto egli pare essere arrabbiatissimo con zì Giorgio (in riunione con i parlamentari del suo partito sembra averlo definito “sporco bolscevico”), che avrebbe dovuto nei suoi sogni intercedere presso la Corte Costituzionale per farle accogliere il ricorso; alti livelli di rispetto dei poteri delle istituzioni, insomma...

E dunque, ora zio Silvio ha deciso di prendersela con il governo, che minaccia di far cadere se non verrà neutralizzato l'aumento dell'IVA; c'è da dire anche che questo richiamo è stato espresso per bocca di Angelino Alfano, segretario del PdL... e ministro e vice-premier dello stesso governo che minaccia. Chissà come ha fatto, forse ha telefonato a sé stesso? Ci immaginiamo la telefonata: “Ciao Angelino, sono te stesso, mi raccomando, se non fermiamo l'aumento dell'IVA dobbiamo far cadere il governo” “Ma Angelino, noi siamo il ministro!”... E qualcuno chiami un bravo strizzacervelli.

Tornando seri, è evidente il timore che si concretizzi quell'ipotesi che abbiamo descritto nell'articolo della settimana scorsa: anche se non ci sono state fuoriuscite di massa dai gruppi parlamentari del M5S, la fibrillazione, dopo l'espulsione della senatrice Gambaro, non è terminata. Fonti bene informate riportano che alcuni dissenzienti sarebbero favorevoli alla nascita di un governo PD+SEL+parte del M5S; noi continuiamo a ritenere improbabile questo scenario, ma ammettiamo che ormai può succedere di tutto; si capirà qualcosa di più dopo il verdetto sul processo Ruby, atteso per oggi pomeriggio. Intanto che aspettiamo, ricordate sempre che il potere logora chi non ce l'ha...

Vota questo articolo
(2 Voti)
Lorenzo Fattori

Dottore in Sociologia, laureato alla Facoltà di Sociologia dell'Università degli Studi di Napoli - Federico II.

Presidente del Consiglio degli Studenti e membro studentesco del Consiglio di facoltà della Facoltà di Sociologia.

Membro dell'Esecutivo provinciale dell'UdU - Unione degli Universitari.

In precedenza, ho collaborato con la pubblicazione studentesca SpazioTempo, con il giornale online AgoraVox Italia e con la rivista scientifica Quaderni d'Altri Tempi.

 

- "Homo sum: nihil humanum est a me alienum puto" -

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.