Scale, valigette e altre amenità

Martedì, 02 Luglio 2013 23:00
  

Money in the Bank è un pay-per-view particolare: è un po’ come la Royal Rumble, vale a dire un evento caratterizzato da un incontro con una stipulazione così particolare da vendersi praticamente da solo, indipendentemente da quali siano gli altri match in programma. Naturalmente, se anche questi ultimi vengono costruiti con cura nelle settimane precedenti e combattuti in maniera egregia la domenica sera, ci troviamo in presenza di un qualcosa di formidabile, come l’edizione del 2011, migliore perfino di Wrestlemania.

Sarà così anche quest’anno? Per saperlo bisognerà attendere ancora un po’, tuttavia è possibile notare come il match con la scala sembri un po’ “oscurare” gli scontri per le massime cinture della compagnia. Certo, mi rendo conto che il match per il titolo WWE sarà un non irresistibile John Cena VS Mark Henry, tuttavia – e questa non è che un’opinione – credo che il motivo per cui molti acquisteranno il PPV sarà vedere chi si aggiudicherà la valigetta., anzi le valigette.

Mentre per quanto riguarda Smackdown! la scelta dei partecipanti sembra essere un po’ più – come dire? – casuale (benché l’interazione tra i quattro membri dei due tag team presenti si preannunci interessante), la situazione per Raw è assai diversa, e considerevolmente più intrigante. Oltre al “triangolo” Kane-Orton-Bryan che può diventare quadrato o qualunque altra figura geometrica a quattro lati (con l’inserimento di Sheamus), la presenza di CM Punk aggiungerà sicuramente qualcosa in più. Per non parlare del ritorno di Rob Van Dam, assente dai ring WWE da parecchi anni; unica figura un po’ estranea alla contesa è il buon Christian, ma compenserà con l’esperienza e sicuramente regalerà qualche spot interessante.

Per concludere, Money in the Bank sarà senz’altro un gran bello spettacolo, con i due ladder match caratterizzati da sicuro spettacolo e da una discreta incertezza sull’esito finale, come testimonia anche la mia difficoltà nel pronosticare un vincitore. Per Smackdown! vado con Wade Barrett (credo sia ora di dare una chance al ragazzo); per quanto riguarda Raw faccio alla Dan Petersono e dico 50-50 (da leggersi «Fifty-Fifty») tra Punk e Bryan. Mentre il primo potrebbe rendere ancora più incredibile la sua carriera con un terza vittoria, il secondo sta attraversando un gran momento e sarebbe saggio cavalcarne l’onda e concedergli un altro giro con la cintura alla vita.

Vota questo articolo
(3 Voti)
Gabriele Basile

I don't believe in many things, but I do believe in duct tape.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.