Pari a San Siro. Gli azzurri blindano il terzo posto

Domenica, 27 Aprile 2014 08:59
  

A sette giorni dalla finale di Coppa Italia contro la Fiorentina di Montella, nonostante il fuorviante 0-0 finale, gli azzurri dominano sul terreno di San Siro, sfiorando il gol in più occasioni e schiacciando gli uomini del team dell'ex di serata, Mazzarri.

In un primo tempo vivace, entrambe le squadre hanno avuto occasioni per andare in vantaggio. Al 10', ci ha provato Hernanes con un sinistro potente, costringendo Reina a deviare in corner. E proprio l'estremo difensore napoletano è chiamato nuovamente in causa dopo sessanta secondi per bloccare il tiro partito dal destro di Kovacic.

Sul fronte opposto, anche i partenopei hanno avuto subito una chance con Callejon, servito da Mertens.Il suo destro al volo ha sfiorato di pochissimo il palo. Un passaggio sbagliato di Inler a centrocampo, ha servito in maniera precisa Palacio che, al 18', ha mandato la palla fuori di poco. Proprio da Inler è arrivata l'ultima opportunità per andare in vantaggio nella prima frazione di gara, al 35', con un destro finito alto.

Di ritorno dagli spogliatoi, gli uomini di Benitez si sono impadroniti della manovra, schiacciando l'Inter nella propria metà campo. Al 49', dapprima il corpo di Nagatomo e, poi, Handanovic, hanno impedito a Higuain di andare a segno in un'azione quasi stregata. Per gli interisti, l'unica occasione di questo secondo tempo è caduta al 52' con Palacio che, solo soletto, ha colpito di testa il cross giunto da Nagatomo. Nell'occasione sono state pessime la marcatura di Albiol sull'attaccante argentino e l'uscita a vuoto dell'estremo azzurro.

Chiusi i varchi, i partenopei non hanno avuto più gioco facile, trovando le vie centrali bloccate dalla difesa avversaria. Ciò nonostante, hanno spinto fino alla fine per portare a casa la vittoria. Al 74', Higuain, ha tentato la girata in area, ma il suo tiro è finito fuori e, all'82', Inler ha strozzato in gola l'esultanza a tutto il popolo azzurro, colpendo, di sinistro, il palo interno della porta difesa da Handanovic.

0-0 dunque, a San Siro. Con otto punti di vantaggio sulla quarta in classifica, possiamo confermare che il Napoli abbia blindato il terzo posto, augurandoci che non faccia passi falsi nelle ultime tre gare di campionato. Il posticipo di martedì 6 maggio, contro il Cagliari, è una gara che adesso passa in secondo piano. L'obiettivo, ora, è conquistare la capitale. Vincere la Coppa Italia e, perchè no, sperare di tornare a Pechino.

Vota questo articolo
(0 Voti)
Alessandra Montuori

Laureata in Lettere Monderne e specializzata in Filologia Moderna. Adora scrivere e seguire le partite di calcio; raccontare ciò che succede sul terreno di gioco è la sua passione. Ama leggere, disegnare e viaggiare. Estroversa e solare, preferisce la natura, pura e silenziosa, piuttosto che il caos ciitadino. Ha un debole per gli animali, primo tra tutti Marek, il suo piccolo Jack Russel.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.