Comicon: una storia d'amore senza fine

Sabato, 03 Maggio 2014 00:00
  

È arrivato quel periodo dell'anno. Sì, proprio quello: il fine settimana di aprile/inizio maggio, in cui, anche se piove, fa freddo e si dorme ancora con il piumone, dentro ogni piccolo Nerd splende il sole. Quattro giorni di primavera interna, di gioia assoluta e di un ritorno ad essere bambino, o bambina, incantata dai piccoli Ewok come la prima volta che abbiamo guardato Guerre Stellari, un numero incalcolabile di Natali fa. Insomma, è un po' come un secondo Natale e i regali sono i colori e la gioia di tante persone, non solo ragazzi, ma anche famiglie e adulti, che non dimenticano di essere stati bambini.

 

E siamo in tanti, a giudicare dalle file chilometriche e dal fiume di gente che si è riversato ieri alla Mostra d'Oltremare per la giornata inaugurale del Comicon 2014. Il tema di questa edizione è il cinema, come dimostrano le splendide locandine che, ormai da un mese, fanno capolino per la città di Napoli, e vedono personaggi del mondo del fumetto, seduti sulle poltrone di una sala accanto a persone 'comuni'. È un po' come se, tanto per cambiare, fossero loro a guardare noi, comuni mortali.

 

E forse è proprio questo lo spirito del Comicon: la centralità del pubblico e l'interesse a fare il possibile affinché la gente si senta parte della manifestazione. Anno dopo anno, il Comicon è riuscito a crescere, ha imparato dai propri errori ed è riuscito ad affrontare i problemi che si sono presentati, sempre nuovi e diversi. Insomma, tanta gente, molti stand, un'offerta varia e adatta alle esigenze di tutti, ma, soprattutto, un'ottima organizzazione contraddistinguono questo inizio di Comicon 2014.

 

Che altro dire? Mille di questi anni, caro Comicon, ormai sei nei nostri cuori, appuntamento fisso e imperdibile, una tradizione da tramandare alle future generazioni e un grande vanto per la bella Città del Sole nella quale, sistematicamente, piove sempre nel fine settimana del più bel Festival del Fumetto d'Italia.

 

P.S. Probabilmente non lo leggerai mai, ma a te che, passando davanti alla DeLorean (sì, quest'anno al Comicon, oltre al Trono di Spade, c'è anche una DeLorean a grandezza naturale e ci sono Doc e Marty, al quale volevo chiedere di sposarmi...ma questa è un'altra storia...) hai esclamato: - Ah sì, questa è la macchina di quel film che va avanti nel tempo-, vorrei dire che è meglio che resti a casa l'anno prossimo.

Vota questo articolo
(16 Voti)
Emma Di Lorenzo

I leave to others the conviction of being the best, for me I want the certainty that in life you can always improve.

 Marilyn Monroe

 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.