Malkovich, Malkovich, Malkovich: Homage to Photographic Masters.

Domenica, 28 Settembre 2014 00:00
  

«È stato il più grande regalo dell'America all'Europa. Non certo ricordato per i suoi ruoli da "bravo ragazzo" [ … ] è l'indimenticabile maestro di quella recitazione che è incastrata in un gioco di specchi, fra bene e male, che si riflettono in un unico corpo. Caldo e polveroso per Bertolucci, gelido per Frears, è una combinazione di personaggi ricchi di incomprensioni, senza identità, senza integrazione, che talvolta prendono a spallate il politicamente corretto. Non si esce dai labirinti della (sua) mente [ … ], ma come ci ha insegnato Spike Jonze ci si può entrare. Un volto che nasconde una tensione palpabile, che regala forza e verità, sdegno e passione, confusione e magnetismo» (MyMovies.it).

 

Così viene definito John Malkovich, attore e regista statunitense, da oggi anche modello per Sandro Miller. L’idea nasce un po’ per caso: il fotografo americano voleva rendere omaggio al suo maestro Irving Penn ma ancora non sapeva come. È bastato incrociare lo sguardo dell’attore per capire che assomigliava a Truman Capote. Così decise di omaggiare Penn ricreando la fotografia con Capote in un angolo, dove Capote era interpretato da Malkovich.

 

Da qui l’idea si amplia. Non più un solo fotografo da omaggiare, bensì i più grandi fotografi del Novecento. Come? Allo stesso modo: John Malkovich si fa interprete dei loro insuperabili lavori. Così l’attore si trasforma in Madre Migrante di Dorothea Lange, in Salvator Dalì fotografato da Philippe Halsman, nelle Identical Twins di Diane Arbus, in Enrnest Hemingway fotografato da Yousuf Karsh, in Marilyn Monroe fotografata da Bert Stern. E ancora in Pablo Picasso, Jack Nicholson, John Lennon, Che Guevara, Andy Warhol.

 

Nasce così un nuovo progetto fotografico di Sandro Miller: Malkovich, Malkovich, Malkovich: Homage to Photographic Masters.

 

 1

 

«John è la persona più geniale e produttiva che io conosco – afferma Miller –. Il suo genio è senza pari. Posso suggerire uno stato d'animo o un'idea ed, in pochi istanti, si trasforma letteralmente nel personaggio proprio davanti ai miei occhi. [ … ]. Sono davvero fortunato ad avere John come amico e collaboratore».

 

3

 

Trentacinque scatti in cui vengono mostrate le abilità di entrambi gli artisti. Le immagini saranno in mostra alla Catherine Edelman GalleriaCatherine Edelman Galleria, a Chicago, dal il 7 novembre fino al 31 gennaio 2015. E speriamo presto anche in Italia.

 

 

http://www.sandrofilm.com/http://www.sandrofilm.com/

Ultima modifica il Domenica, 28 Settembre 2014 09:57
Vota questo articolo
(1 Vota)
Letto 1958 volte
Roberta Pagano

roberta.pagano@live.it

robertapaganodesign.wix.com/robertapaganodesign

https://www.facebook.com/robertapaganod/

behance.net/robertapagano

https://it.pinterest.com/robertapaganod/

it.linkedin.com/in/robertapagano4

 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.