Chi ha paura degli Oni?

Mercoledì, 19 Novembre 2014 00:00
  

Protagonisti del manga Il Sigillo Azzurro della maestra Chie Shinohara, ispirato alla leggenda di Byakko e Soryu di Fushigi Yuugi,sono gli Oni, ma chi sono queste creature?


Personaggi di credenze popolari giapponesi, erano rappresentati come entità simili ad orchi o demoni, tuttavia, da guardiani dell'Inferno e torturatori di anime dannate, nella cultura moderna, sono stati declassati a semplici protagonisti di filastrocche per bambini.

 

La Sensei Shinohara li ha omaggiati in uno shojo horror, ma non si è limitata a descriverli come gli spiriti conosciuti nella loro mitologia, li ha potenziati, trasformandoli anche in divoratori di carne umana. Si nutrono così, uccidendo brutalmente vittime innocenti, straziate da lancinanti dolori . Allora sono zombies?

 

Assolutamente no, perché non si "riproducono" come loro e perché nel fumetto, per trasformarsi in Oni, gli esseri umani devono mangiare la sfera azzurra creata da Rago, Regina degli Orchi, dopo aver divorato un essere umano ed averne assorbita l'energia vitale.


Le scene sanguinolente sono uno dei pilastri portanti dell'opera, abilmente descritte dall'autrice. Il sangue, la crudeltà e la violenza, che caratterizzano questi esseri, sono elementi costitutivi del manga. Lo splatter e il sadismo perverso riescono a coesistere con gli elementi contrapposti tipici degli shojo.


In questo manga gli Oni si ritrovano a combattere una guerra tra le quattro famiglie della Kimon. Una guerra senza esclusione di colpi, ogni mezzo è lecito, che potrà finire soltanto quando il più spietato prevarrà sugli altri.


Nasce spontanea una domanda, perché, allora, dovrebbe trattarsi di uno shojo?


Perché, ovviamente, non manca anche la storia d'amore. Il conflitto tra amore ed odio, il perno su cui ruota la storia, la lotta interiore che vive la protagonista tra le sue due personalità, quella di Oni e quella di umana. Inizialmente ferma e decisa nel salvare e proteggere le sue "creature", rischia successivamente di cadere quasi nel ridicolo, rinnegando la sua esistenza di demone, per seguire un tormentato impulso, che si tramuterà in un amore maledetto alla Romeo e Giulietta, scintilla di una guerra demoniaca.

Vota questo articolo
(2 Voti)
Letto 1506 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.