Festival del gol al San Paolo: pareggio pirotecnico e altra occasione persa.

Lunedì, 24 Novembre 2014 22:56
  

In attesa del Natale, il Napoli si anticipa con i regali dimostrandosi molto altruista nell'aiutare il Cagliari di mister Zeman a portare il pareggio a casa.
Tre per l'esattezza.

A soli undici minuti dal fischio d'inizio, Higuain beffa i sardi e trasforma la rimessa laterale di Ghoulam nella prima rete della gara. Al 30', il portiere cagliaritano Cragno è bravo a chiudere su De Guzman, ma la propria respinta viene raccolta dallo svizzero Inler che, dalla distanza, colpisce con forza e precisione e insacca per il raddoppio partenopeo. Inutile stare ancora qui a raccontare la fragilità del reparto difensivo azzurro. Al 38', infatti, prima di rietrare negli spogliatoi, i rossoblu ottengono l'occasione per riaprire i giochi e non la sciupano. Ibarbo, servito bene da Farias, elude l' intervento di Koulibaly e accorcia le distanze.

Nella ripresa, il team di Zeman rientra in campo col piglio giusto e, dopo un solo giro d'orologio, approfittando di una clamorosa, quanto incommentabile, dormita di tutta la squadra partenopea, ristabilisce l'equilibrio e segna il 2-2. Un sorpreso Farias, ringrazia Rafael per la sua immobilità in porta e, di testa, accompagna in rete la palla giunta dal calcio di punizione calciato da Rossettini. Tutto da rifare! Ci prova ancora De Guzman a regalare la vittoria a Benitez, al 62', disegnando una meravigliosa traiettoria di testa, al pallone che giunge dal cross al bacio di Maggio. Ma purtroppo trenta minuti sono troppi da sopportare per la difesa napoletana: dopo soli cinque minuti dal nuovo vantaggio, infatti, il Cagliari realizza il gol del pareggio definitivo. Nel tentativo di gestire il risultato col palleggio dalle retrovie, Koulibaly regala palla ad Ibarbo che ringrazia e serve Farias che, tutto solo, realizza addirittura la doppietta al San Paolo.

Game over sul 3-3. La storia è sempre la stessa: la validità dell'attacco del Napoli è inversamente proporzionale a quella della difesa della stessa!

Vota questo articolo
(0 Voti)
Alessandra Montuori

Laureata in Lettere Monderne e specializzata in Filologia Moderna. Adora scrivere e seguire le partite di calcio; raccontare ciò che succede sul terreno di gioco è la sua passione. Ama leggere, disegnare e viaggiare. Estroversa e solare, preferisce la natura, pura e silenziosa, piuttosto che il caos ciitadino. Ha un debole per gli animali, primo tra tutti Marek, il suo piccolo Jack Russel.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.