Femmene: sogni a colori dalla finestra sul mondo

Martedì, 25 Novembre 2014 07:37
  

Entri in sala, ti accomodi e … la voce di Myriam Lattanzio ti cattura da subito, rendendoti  “protagonista” dei racconti interpretati dalla straordinaria, eclettica e passionale attrice,  Nunzia Schiano, al di là della differenza di genere.

“Femmene”  è la scomposizione di un puzzle a colori, bello da vedere, dove però,  racconti di vita reale, legati al mondo femminile, si intrecciano tra loro, mostrando  disagi, sofferenze, dolori, persecuzioni, tormenti, preoccupazioni , scelte costrette e rinunce ai propri sogni che, purtroppo, ancora oggi, nonostante il mondo fosse cambiato ed evoluto (?), alcune FEMMENE sono costrette a vivere quotidianamente, in ogni parte del mondo.

La regia di Niko Mucci crea un connubio perfetto, tra due Sud del mondo, che non si confrontano, ma che dialogano tra loro, attraverso canti e testi recitati, mantenendo sempre quella giusta distanza che, man mano, diventerà vicinanza.

Grazie alle straordinarie interpreti Myriam Lattanzio e Nunzia Schiano, si crea in teatro, un’atmosfera che, dapprima, ti strappa dalla realtà catapultandoti in una dimensione altra, restituendoti, poi  ad essa,  attraverso il divertimento e la risata. Entrambe le protagoniste, però, hanno il potere di condurti in un’unica dimensione: quella della riflessione, della presa di coscienza, dove, dopo aver sorriso, ti domandi ancora una volta, PERCHE’ l’universo femminile è stato, ed è, purtroppo, ancora oggi,  in alcuni paesi del mondo, tormentato, torturato?

PERCHE’?

Un altro particolare aspetto dello spettacolo è la scelta dei canti in lingua spagnola. Forse tale scelta vuole sottolineare l’aspetto passionale, tipico dei paesi del Sud; infatti, dallo spettacolo, a mio avviso, si evince una forte passionalità che oserei definire “sanguigna”, “viscerale”, “verace” che ti cattura, ti prende, ti stringe.

E' dall’incontro di queste passionalità che, al termine dello spettacolo, dopo aver scoperto l’ultimo tassello del puzzle a colori, si genera al centro della scena, una forte luce immaginaria che non solo mira ad illuminare ed ampliare  la visione che ciascuno ha del mondo femminile, ma vuole maggiormente illuminare la realtà in cui vivono alcune FEMMENE, vicine o distanti da noi, con la speranza che, prima o poi, tutte loro possano vivere con maggiore serenità. Ma, per  fortuna, tra loro ci sono anche quelle FEMMENE che, grazie alla propria forza e al proprio coraggio, quotidianamente sognano a colori.

Lo spettacolo, data la straordinaria energia e forza degli interpreti tutti, diretti dal regista Niko Mucci, riscuote ogni volta un successo tale che induce il regista a doverlo replicare in una stessa giornata, affinché tutti gli interessati possano assistere a storie di FEMMENE.

Spettacolo visto il 22 Novembre da Gianluca Masone al Nuovo Teatro Sancarluccio.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.