Marco Polo

Giovedì, 25 Dicembre 2014 00:00
  

Il Medioevo conserva intatto il suo fascino, e più passa il tempo, più la storia, le ricostruzioni e le serie tv ci aiutano a non vederlo più solo come un'era buia, Nell'ultima categoria, spicca l'ultima arrivata in casa Netflix: Marco Polo.

 

Il celeberrimo autore de Il Milione, uomo di fiducia, ambasciatore e spia di Kublai Khan, si destreggia tra gli intrighi di palazzo, le guerre e gli amori infelici. La produzione non ha sbagliato nulla: dal cast all'ambientazione, è tutto perfetto. La corte del Khan è multietnica, come è facile presumere che fosse in un impero tanto vasto, e il giovane Marco - interpretato dall'italianissimo e ottimo Lorenzo Richelmy - vi si muove abilmente. Richelmy è la dimostrazione che la fuga dei cervelli non riguarda solo la scienza, e insieme a Pierfrancesco Favino, che è il padre Niccolò, ci rappresenta al meglio: fortuna sua e nostra, è bello, bravo e parla un inglese fantastico, che non guasta!

 

La serie è consigliata agli amanti della storia, dell'Oriente e perché no, anche delle arti marziali: Tom Wu, nei panni del cieco Hundred Eyes, maestro di Kung Fu di Marco, regala scene impagabili. Speriamo in una seconda stagione!

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.