DiscoDays, una panoramica con riflettori puntati sulla cantautrice partenopea Francesca Fariello

Venerdì, 03 Aprile 2015 18:17
  

NAPOLI, 29 MARZO 2015 – DiscoDays, la fiera semestrale del Disco, è tornata con la sua quattordicesima edizione, riconfermandosi un evento indispensabile per gli appassionati di musica di Napoli e dintorni. L’esposizione quest’anno si è tenuta al Teatro Palapartenope, che per l’occasione si è trasformato in un vero e proprio paese delle meraviglie per i fanatici collezionisti e amanti del Vintage, i quali, entusiasti, hanno potuto addentrarsi ancora una volta nella fitta coltre di Vinili e Cd, dalla quale difficilmente uscivano poi col portafogli illeso. Tra un vinile e l’altro ci sono state poi varie manifestazioni sceniche e artistiche, tra cui la premiazione a Henry Ruggeri, fotografo ufficiale di Virgin Radio, Hard Rock Cafè e Barley Arts (tra i più importanti del nostro tempo per aver immortalato i momenti live di molte grandi stelle del Rock come i Rolling Stones, gli Who, gli Ac/Dc o Bruce Springsteen), con il riconoscimento “Fotografia per la musica”; ci sono state poi l’assegnazione del Premio Microsolco ai Foja per l’album “Astrigneme cchiù forte” e la proiezione del cortometraggio dedicato a Pino Daniele, “Terra Mia. Napoli saluta Pino Daniele“, ideato e prodotto da DiscoDays  e creato con alcuni video che i fan dell’eccezionale cantautore hanno inviato per l’iniziativa, che ha portato un momento di intensa commozione tra i presenti.  

Inoltre c’è stata anche tanta musica live, proprio perché un altro aspetto dell’essenza del DiscoDays, è quello di rappresentare un momento unico per promuovere i nuovi progetti discografici. Tra i vari artisti che si sono esibiti citiamo Capone & BungtBangt che hanno presentato,a ritmo di percussioni (la cui particolarità è l'uso di strumenti fatti con materiali riciclati) il loro "Spazza Music Live" con la partecipazione di alcuni degli ospiti presenti nell'Ep (Lucariello, Bisca, Thieuf, Mariano Hobo Caiano); in anteprima esclusiva anche la presentazione del nuovo album dei Demonilla,"In attesa di giudizio", e il primo album del cantautore Antonio Prestieri, in arte Maldestro, intitolato “Non trovo le parole”.

Vogliamo parlarvi però di un’artista in particolare, Francesca Fariello, cantautrice partenopea dall’animo soul rock, della quale abbiamo avuto modo di ascoltare il nuovo album “Zero” (secondo rispetto al precedente “Sakura No nikki”), presentato ai DiscoDays con l’esibizione live in anteprima di A&K (Alive and Kicking). Francesca rappresenta un esempio di versatilità e di competenza nell’arte della musica, frutto, tra l’altro, di intensi anni di studio e di esperienze importanti; infatti lei, dopo aver iniziato i suoi studi di canto a quindici anni, nel 2002 segue un corso di perfezionamento vocale a Torino della durata di tre anni, arricchendolo con conoscenze in logopedia e tecniche di sviluppo muscolare applicate al canto. Nel 2004 partecipa, inoltre, come soprano nel coro gospel “Scuole David Italia”, esibendosi con artisti di fama internazionale come Matthew Ward, Neja. 

Zero, come il titolo tesso suggerisce, vuole rappresentare un “cerchio di 10 canzoni” che sono del tutto differenti tra loro e volontariamente creano una discontinuità nell’album, proprio perché l’intenzione dell’autrice è stata quella di creare un universo a sé stante nel quale la musica possa essere celebrata in ogni sua forma. Con la sua voce a tratti limpida e, in alcuni pezzi, dura e “graffiante”, che sa passare con assoluta leggerezza dagli acuti ai sussurri e dalla lingua inglese all’italiano, Francesca ha saputo raccontare con questi brani “un viaggio immerso nella musica, tra storie, racconti, pensieri, riflessioni...”.

 Potete seguire Francesca sul suo profilo Facebook: https://www.facebook.com/francescafariellomusic/info?tab=page_info

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.