Hotel Transylvania 2: chi è il vero mostro?

Sabato, 10 Ottobre 2015 13:01
  

La famiglia può essere mostruosamente difficile da vivere e, spesso, le aspettative di un padre o di un nonno possono far sentire un bambino inadeguato... un piccolo mostro.

Ma come potrebbe sentirsi il conte Dracula se suo nipote di cinque anni ancora non mostrasse alcuno segno di “mostruosità”?

Ritornano i mostri di Hotel Transylavania e, come dice la stessa locandina del film, sono ancora più mostruosamente divertenti e in formato allargato.

Già dalle prime scene, lo spettatore scopre che la bella e dolce vampira Mavis, nonché figlia di Drac, ha deciso di sposare l'imbranato umano Jonathan e di mettere su famiglia.

Dopo un anno viene alla luce il piccolo Dennis, orgoglio e cruccio di nonno Drac.

Dennis è un bambino bellissimo ma, agli occhi del nonno, troppo tristemente umano.

Drac non può, nè vuole accettare questa condizione del nipote e, per mantenere alto il blasone del casato, cerca in tutti i modi, leciti e non, di far uscire il “mostro” che è insito in lui. Scontrandosi duramente anche con la figlia Mavis che, come ogni madre, vuole solo il meglio per suo figlio.

Questo sequel segue a grandi linee il canovaccio narrativo del primo film, mettendo in risalto con ironia il concetto di diversità e di appartenenza a una razza e di come si possa e si debba conviverci..

Sebbene non ci siano guizzi creativi degni di nota, la sceneggiatura risulta comunque fluida,  ben scritta, vivace e capace di divertire il pubblico con delle incisive ed efficaci gag. I dialoghi  sono frizzanti, acuti e ben costruiti.

La prima parte ha più ritmo e intensità rispetto alla seconda, in cui  si  evidenzia la coperta troppa corta del test, apparendo cosi più sbrigativa e meno curata nello sviluppo e nell'intreccio narrativo.

La regia è invece interessante, caapce di colmare i buchi della sceneggiatura con un felice montaggio e riuscendo con talento a ripetere lo spirito vincente del precedente film.

Personalmente, avrei dato più spazio all’interessante personaggio di nonno Vlad e approfondito di più la”mostruosità” della vita in California, ma nel complesso i personaggi conservano fascino e delicatezza.

Un finale in stile Disney, anche se  non completamente calzante, riesce a regalare una certa emozione e  ricorda agli adulti che  è un errore mettere fretta alla natura dei propri bambini perché essa si rivela con i suoi tempi e modi.

 

Il biglietto d’acquistare per “Hotel Transylvania 2” è : 1) Neanche regalato 2) Omaggio 3) Di pomeriggio 4) Ridotto 5) Sempre

 

“Hotel Transylvania 2” è un film d’animazione del 2015 diretto da Genndy TartakovskyGenndy Tartakovsky e  scritto da Adam SandlerAdam SandlerRobert SmigelRobert Smigel.

diffuso-il-primo-trailer-italiano-di-hotel-transylvania-2

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.