"Bu Bum", "Moon Man" e "Extreme Football": ritorniamo bambini!

Venerdì, 27 Novembre 2015 00:00
  

La TV, come è giusto che sia, ha come utenti soprattutto i bambini, vale a dire utenti sempre più esigenti e critici nel giudicare la qualità dei programmi.

 

Rispetto alla mia generazione sono aumentati in maniera esponenziale i canali televisivi a uso e consumo dei ragazzi: l'offerta è quindi estremamente varia e, per quello che ha potuto osservare al Roma Fiction Fest, la qualità dei programmi e dei contenuti è sicuramente alta.

 

Il vostro cronista, che lo stesso Peter Pan non esiterebbe "infantile" si è perciò concesso una giornata da bimbo!

 

La mattinata è cominciata con la serie italiana televisiva Bu Bum.

 

KT Bu Bum

 

Scritta e diretta da Maurizio Forestieri non può non essere definita coraggiosa e innovativa per i contenuti e l'ambientazione: il giovane spettatore è infatti chiamato a confrontarsi con uno dei momenti più tragici e oscuri dell'umanità, la guerra. In particolare ci troviamo in Italia nell'inverno del 1944 e il nostro Paese è diviso in due: Il Sud è stato, infatti, già liberato dagli Alleati mentre al Centro e al Nord si combatte ancora. Il protagonista della nostra storia è un simpatico bambino abbandonato dai genitori durante un raid aereo tedesco; traumatizzato, non riesce più a parlare, ed è capace di pronunciare solo la parola "Bu Bum". Fortunatamente Bu Bum viene soccorso da Boldsteed, un forte destriero siciliano dal cuore generoso, Jack, un cane militare americano, Aurelia una gatta romana e Cristopher un gallo chiacchierone della Toscana. Questa variopinta ed eccentrica compagnia si impegna a far ritrovare i genitori al piccolo Bu Bum; un ricongiungimento non facile, costellato da una serie di avventure e peripezie. La serie ha senz'altro il merito di raccontare ai più piccoli una parte di storia delicata in maniera semplice, e nello stesso tempo, senza indorare troppo la pillola; inoltre, la vicenda è ottimamente costruita e anche dal punto di vista artistico i risultati sono eccellenti. Per tutti questi motivi, Bu Bum merita di essere vista anche dai più grandi.

 

Se la storia è importante, lo è altrettanto comprendere l'importanza della vera amicizia e di possedere una casa cui fare ritorno. Ecco perché è consigliabile il gradevole film d'animazione francese Moon Man.

 

KT Moon Man

 

Una favola moderna che, in qualche modo, rende omaggio al film cult E.T. L'Extra-terrestre, anche se nel nostro caso l'alieno è l'Uomo della Luna. Stanco di stare da solo ha scelto di dare un'occhiata alla Terra e ai suoi abitanti. Egli è ingenuo, curioso e desideroso di esplorare il nostro pianeta e di fare nuove conoscenze. Non immagina che l'ambizioso Presidente della Terra punti a estendere il suo dominio anche sulla Luna, obbligando lo scienziato più brillante del pianeta a costruirgli un razzo. L'Uomo della Luna può contare sull'amore dei bambini, che senza di lui non si sentono più al sicuro e non riescono più ad addormentarsi, e sullo stesso scienziato che, resosi conto dell'ambizione del Presidente, ha deciso di aiutarlo a tornare a casa. Un film forse più adatto a un pubblico più adulto per le diverse citazioni cinematografiche e per un testo che, sebbene ben scritto, risulta a volte un po' criptico e filosofico. La visione non è inoltre facilitata da un ritmo a tratti eccessivamente lento: sono forse un po'troppi i novantacinque minuti di pellicola che appesantiscono la forza narrativa e poetica della storia. Resta comunque al giovane spettatore la certezza di guardare con occhi diversi la prossima Luna.

 

Per chiudere in bellezza la giornata da bambino non poteva mancare un cartone animato sul calcio.


Ebbene dimenticate i cari Holly e Benj, con Extreme Football sarete di fronte a una nuova frontiera: non basta infatti dare un calcio a un pallone e dimostrare di essere un bravo attaccante o portiere.

 

KT Extreme Football

 

No, i protagonisti di questa serie sono dei ragazzi dotati di grandi abilità acrobatiche e capaci di giocare in qualsiasi condizione e luogo, come ad esempio il terrazzo di un palazzo, reinventando il famoso gioco di noi ragazzi "Batti Muro". Un cartone fresco e dinamico che sicuramente darà allo spettatore quantomeno la voglia di uscire da casa e di respirare un po' di aria fresca.

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.