Mamma, ho perso la testa!

Sabato, 19 Dicembre 2015 00:00
  

Ogni anno durante le festività natalizie viene rimandato in onda il film che tratta dell'avventura vissuta dal piccolo Kevin McCallister, che diciamocelo 007 in confronto sembra una puntata di CentoVetrine, ma se per i pargoli di casa rappresenta un evento attesissimo, per noi più grandicelli può rappresentare una tortura sopportabile solo proponendo brindisi improbabili e avere così una scusa plausibile per attaccarsi alla bottiglia di prosecco.

 

Il Natale 2015 però vedrà una svolta: guarderemo in cagnesco forse per l'ultima volta Macaulay Culkin, perché è vero che a Natale ci sono gli alcolici, e subito dopo rimandano Una Poltrona per Due, ma se anche queste cose non bastassero a consolarci, basta pensare che fra un mese mentre gli infanti torneranno a scuola, e saranno occupati con tabelline e addizioni, noi grandi potremo consolarci e ci prenderemo la nostra rivincita con DRYVRS, una web serie in cui verranno raccontate, le vicende da adulto del 35enne Kevin, lo stress post-traumatico, al quale nemmeno Sigmund Freud potrebbe dare interpretazioni, le maniacali disserzioni sul «cazzo di bambino di otto anni più carino dell'universo» e le confessioni sul genere di:

 

«Ho ancora incubi su questo pelato matto che mi insegue parlando come Yosemite Sam.»

 

DRYVRS 1

 

Ma cerchiamo di capire di cosa si tratta: 2016, Kevin è (in)felicemente sposato ha un rapporto piacevolissimo con la madre al pari di un clistere di bario, fa l'autista di un taxi privato e non fa proprio nulla per evitare di far trasparire le proprie nevrosi, al punto di allietare con i racconti delle proprie ansie, rimpianti e rivendicazioni, il viaggio del suo passeggero fortunello, che si offre di guidare al posto suo. Quando Kevin rifiuta una telefonata della madre l'improvvisato autista fa la considerazione che forse sia stato un po' freddo, e da questo momento in poi il piccolo Kevin comincia a riversare tutte le sue frustrazioni sul nuovo imbarazzatissimo malcapitato compagno di viaggio:

 

DRYVRS 2

 

«You think that's cold? "How about this: It's Christmas time. It's f---ing Christmas and your whole family goes on vacation and they forget their 8-year-old f---ing son.»

 

«Pensi sia stato freddo? E allora come lo vedi questo: E' Natale. E' il fottutissimo Natale e tutta la tua famiglia va in vacanza e dimentica il fottutissimo figlio di 8 anni.»

 

fino a che...

 

DRYVRS 3

 

Ecco che il destino si mette in mezzo è il fanciullino pascoliano nascosto dentro il corpo seppur esile, da adulto di Kevin McCallister viene fuori, tale e quali a 25 anni fa.

 

E siamo solo all'inizio !!!!

 

Dateci un' occhiata se volete prendere spunto su nuove destinazioni d'uso delle luci di Natale o se semplicemente siete curiosi di sentire una versione un po' particolare delle canzoncine di Natale.

 

 

 

Ogni puntata sarà incentrata sugli strani incontri che Dishel farà durante i viaggi (o Vie Crucis) nei vari taxi e nei quali osserverà le dinamiche psicologiche dei personaggi.

 

DRYVRS 4

 

La serie è stata ideata e diretta da Jack Dishel, che interpreta anche il ruolo del passeggero, e vedrà nelle prossime puntate anche le presenze di Rosanna Arquette e Steven Weber. Il primo episodio è stato caricato il 17 dicembre su Youtube e in meno di 24 ore ha già ottenuto oltre 4 milioni di visualizzazioni!

Vota questo articolo
(3 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.