Al Teatro San Carlo "La Vedova allegra" per i bambini in pericolo dell'UNICEF

Sabato, 16 Gennaio 2016 12:14
  

La straordinarietà della musica sta nella sua immutabilità nel tempo, nella sua costanza: i generi cambiano, si susseguono nel tempo eppure la musica rimane per tutti, da sempre, un'amica che cresce e cambia, come noi. Da bambini, di notte, a sconfiggere con noi la paura del buio c'era la mamma che, con pazienza, ci cantava le ninnananne, o a scuola per imparare i mesi dell'anno..si cantava. E così la musica ci accompagna da sempre, per sempre, ovunque. Si sente musica quando si è allegri, quando si piange, quando si ama, in qualsiasi momento.. anche in un luogo, un periodo dell'anno, un colore, che ci ricordano delle note, degli accordi, delle voci. La musica c'è sempre, pronta a seguirci nei momenti facili e in quelli difficili.

Sembra impossibile, quindi, anche solo immaginare la vita senza musica, una vita tacita e vuota, ammutolita, timida. Cosa può significare per noi un bambino che non canta, che non vive la meraviglia e la naturalezza della musica? Eppure la crudeltà oggi ha strappato via il canto dalla bocca di molti bambini, che con le loro mamme e i loro papà sperano spesso invano di raggiungere luoghi dove poter riprendere a cantare, a giocare, a gioire. Da Napoli, capitale mondiale della solidarietà, arriva una voce, ancora una per salvare i bambini. Il Teatro San Carlo lo fa con la musica, il 21 Gennaio, dedicando all'UNICEF la prova generale de “La Vedova Allegra”. Lo fa con la musica, affinché questa possa ritornare ai bambini, affinché questi riprendano a cantare, a gioire, a giocare.

Riuscire ad ammutolire anche un bambino non è solo un reato, è mancanza di umanità nei confronti del mondo intero che perde i suoi colori e il suo futuro. Andare al San Carlo il 21 non significa solo andare ad ascoltare bella musica, ma provare a restituirla ai bambini che da tempo l'hanno perduta.

Andate a teatro, consapevoli che in questo modo c'è più speranza, e che con la solidarietà e la musica insieme si può dare la vita una seconda volta a chi la sta silenziosamente perdendo.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.