"22.11.63": Ritorno al Passato!

Domenica, 10 Aprile 2016 00:00
  

"Il passato non è un pacchetto che si può mettere da parte", sosteneva Emily Dickinson. Quante volte ripensiamo a situazioni o eventi trascorsi, a frasi dette o non dette, per non parlare di epoche in cui ci sarebbe piaciuto vivere. Talvolta il passato può divenire un'ossessione. Moltissimi di noi desidererebbero tornare indietro per cambiare qualcosa, spesso un piccolo dettaglio, che però capita abbia portato a conseguenze enormi, spesso disastrose.


È questa l'idea alla base di una nuova serie tv americana che si appresta a sbarcare in Italia e che ci terrà col fiato sospeso!

 

22.11.63 2

 

Si tratta di 22.11.63, serie tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King e prodotta da J.J. Abrams e dalle case Bad Robot Productions e Warner Bros. Television. In onda in Italia da domani, 11 Aprile, su SKY Atlantic, la serie vede come protagonista un insegnante del Maine, Jake Ebbing (James Franco), che viaggia indietro nel tempo per impedire l'assassinio di Kennedy. Un balzo temporale, dai nostri giorni ai primi anni '60 (che nel mondo attuale però dura solo due minuti) in un mondo completamente diverso, dove il nostro protagonista è solo e smarrito. Ma egli ha una missione: cambiare la Storia. Se Kennedy non fosse morto, come sarebbe il mondo di oggi? Quante cose sarebbero andate diversamente in America, ma anche nel mondo? Ad esempio, si sarebbe evitata la guerra del Vietnam? Queste sono solo alcune delle domande che portano Jake, spinto anche dall'amico Al Templeton (Chris Cooper), a compiere questo viaggio nel tempo, in un passato che però non vuole essere cambiato e oppone una palese resistenza, ponendo numerosi ostacoli sul cammino del nostro protagonista.

 

2211.63 3

 

L'idea è ottima – la prossimità delle elezioni presidenziali in USA la rende molto attuale – e la trama è avvincente. Il risultato? La vostra AC, che ha visto la prima puntata in anteprima, ritiene che il risultato sia di alto livello e molto promettente. L'interpretazione dei protagonisti è convincente ed emozionante, anche per quanto riguarda i personaggi secondari, tra cui spiccano il dolce e sfortunato Harry (Leon Rippy) e l'inquietante Yellow Card Man (George MacKay), personificazione del Tempo che cerca di difendere il corso della Storia.

 

La serie spinge immediatamente e con forza lo spettatore a tenere a mente alcuni elementi, a notare e ricordare certi personaggi, certi luoghi, certi eventi, innescando da subito un gioco di richiami che si avverte come indispensabile alla comprensione degli eventi delle puntate successive. Una volta capito questo, oltre a provare una sensazione di stupore per l'originalità di questo meccanismo, lo spettatore non può non sentirsi chiamato a partecipare e, forse, sfidato.

 

Beh, sfida accettata!

Vota questo articolo
(5 Voti)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.