Il mangaka bambino

Sabato, 16 Aprile 2016 00:00
  

In questi giorni in cui tutti parlano di "lui", vediamo di fare un pò di chiarezza. Il vero nome è Kiyoshi Nagai, è un Mangaka di fama internazionale, e ha il pregio di aver accompagnato la crescita di almeno quattro generazioni!

 

Infatti il 4 Aprile del 1978, nella trasmissione: Buonasera con... fece il suo debutto sulla televisione Italiana (insieme a Superman) una delle sue creature più famose: UFO Robot Goldrake (prodotto dalla Toei Animation). Inutile dire l'effetto clamoroso che ebbe sulle giovani menti dei bambini (e non!) del Bel Paese! Presentato in Italia come Atlas UFO Robot, debuttò sull'allora Rete 2 (l'attuale Rai 2), e nell'arco delle 73 puntate successive, Nagai aprì una finestra su un mondo nuovo, appassionante, sconvolgente , una cultura cosi differente dalla nostra e proprio per questo irresistibile.

 

A parte la sigla, che rimane ancora oggi in testa come un tarlo, è bene sapere che il 45 giri prodotto dalla Fonit Cetra, la cui copertina era apribile e si trasformava in un poster (ma che figata era?), vantava il lavoro di un giovanissimo Fabio Concato, la direzione di Vince Tempera. La band completa, chiamata Actarus, vinse il Disco d' Oro, superando il milione di vendite; val la pena ricoedare che la Fonit Cetra all'epoca non vendeva un disco che fosse uno, ma con UFO Robot arrivò a conquistare l'ambito premio luccicante.

 

Romics Go Nagai 1

 

Romics Go Nagai 2


Questa la formazione del gruppo Actarus:
Dominique Regazzoni – voce; Fabio Concato - voce, cori; Michel Tadini - voce, cori; Julius Farmer – basso; Ares Tavolazzi - basso, cori; Ellade Bandini – batteria; Massimo Luca - chitarra acustica, cori, chitarra elettrica; Vince Tempera - tastiera, synth; Renè Mantegna – percussioni.


Inoltre, nel 2000 uscì un CD, contenente anche la traccia aggiuntiva Shooting Star, cioè la sigla finale; ma le vicende che ruotano attorno alla serie di UFO Robot in Italia sono molteplici: sono infatti 3 gli adattamenti cinematografici (NON AUTORIZZATI) creati, (tagliando e cucendo direbbero alcuni), attraverso un minuzioso percorso di montaggio delle puntate:


Goldrake all'attacco, La più grande avventura di UFO Robot
- Goldrake l'Invncibile
- Goldrake addio


In quest'ultimo è presente Il Comandante Marcus, unica puntata mai doppiata (ep.71)


Romics Go Nagai 3

 

Romics Go Nagai 4


Inoltre, per Goldrake all'attacco la colonna sonora era costituita dall'aggiuntà delle 9 canzoni riprese dall'album, e infine, per i 25 anni di UFO Robot è stato realizzato un documentario chiamato UFO Robot Intervista Autori Italiani. Sembra proprio che chi abbia avuto a che fare con le Creazioni di Go Nagai sia stato baciato dalla fortuna, basti pensare che in Italia chiunque abbia lavorato nell'ambito del Robottone mangiatore di insalate aritmetiche abbia avuto una floridissima carriera, come testimoniato anche dal fatto che, anche oggi, molti bambini conoscono a memoria la sigla dell'anime, pur non avendone mai visto un episodio!


Proprio per questi motivi c'è stato, giustamente, tutto questo clamore attorno alla giornata del 10 aprile dedicata a Go Nagai, che insieme a Vince Tempera e Albertelli, è stato l'ospite più atteso di Romics 2016, ed è stato premiato con il Romics d'Oro. Nell'ambito della manifestazione si è speso tra autografi, fotografie, chiacchiere con i fan, passeggiatine all'interno della mostra a lui (ma soprattutto ai suoi "figli"metallici) dedicata, aneddoti sugli albori della sua carriera e sul suo sogno esaudito di diventare mangaka.


Romics Go Nagai 5


«Da quando avevo quindici anni, ho sempre voluto diventare un mangaka e come tanti della mia generazione sono stato influenzato dalle opere di Osamu Tezuka. La Divina Commedia di Dante è stata tra le opere che mi hanno ispirato maggiormente. Anche le illustrazioni di Doré hanno influito molto sul mio modo di rappresentare la realtà. Sono stato sempre un grande appassionato di mitologia greca e romana, ma un'altra mia grande passione era immaginare come potesse essere il futuro rispetto agli anni '70. Questi due elementi, messi insieme, facevano nascere dentro di me molte storie da raccontare.Trovavo la vita quotidiana un po' noiosa e in questo modo cercavo di rendere più bello il mondo in cui vivevo.»


Ed è probabilmente questo spirito fanciullesco ad aver ispirato Go Nagai nella creazione dei suoi manga, e proprio quest' attitudine infantile ha attribuito vitalità ai protagonisti, creando quel filo, quella sintonia di anime con chi alle 4 del pomeriggio si sdraiava a pancia in giù, piedi all'aria, addentando una Girella e sognandoo davanti al televisore.


«Mi sarebbe piaciuto fare il cosplayer, ma ho una certa età e non posso più permettermelo.» Ha aggiunto a conferma del suo animo da bambino sempre curioso e desideroso di sperimentare nuove cose, anche se adesso inizia a sentire un po' il peso dei suoi anni. Probabilmente non ci avrà capito una parola, ma si sarà emozionato nel vedere l'esibizione live dei Raggi Fotonici della sigla italiana, che hanno aperto le danze all'incontro con il "Sensei de noantri". Oltre a Goldrake altri famosissimi personaggi sono parto della mente di Go Nakai: Devilman, Cutey Honey (della quale segnaliamo in autunno l'uscita di un film Live Action),Jeeg Robot, Mazinga, Violence Jack e tanti altri.


Romics Go Nagai 6

 

Romics Go Nagai 7

 

Romics Go Nagai 8


Un'ultima riflessione a proposito del futuro e dell'evoluzione tecnologica:«Quando ero piccolo mi piaceva immaginare come sarebbe stato il futuro e cosa sarebbe stato creato. Ho vissuto lo sviluppo tecnologico in prima persona e mi ha fatto piacere, ma mi duole constatare che molte delle cose che ho immaginato non sono state ancora create. E mi chiedo: forse l'umanità è in ritardo rispetto a quello che avevo immaginato.»


Un visionario, un artista, un sognatore, un innovatore, se ancora vi state chiedendo chi è sto Go Nagai...

 

Romics Go Nagai 9

 

Romics Go Nagai 10

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.