Il Blu è un Colore Caldo

Venerdì, 13 Maggio 2016 00:00
  

Il blu è un colore freddo o un colore caldo? La prima risposta, quella più spontanea, è che sia un colore freddo, o che dipende dai punti di vista. Se penso a questo colore la prima cosa che mi torna alla mente è il mare d'inverno e la sensazione di nostalgia, tristezza, freddo ed allo stesso tempo mi rievoca la sensazione di benessere al mare nella stagione estiva, al colore delle finestrelle delle bianchissime case sulle isole greche e il caldo.

 

Blu 2


È sempre una questione di prospettive, di stati d'animo che ci fanno vedere le cose da altri punti di vista. L'autrice Julie Maroh ha fatto di queste dicotomie il punto di forza della storia narrata nel suo romanzo Il Blu è un Colore Caldo. Una graphic novel che ha riscosso molto successo, tanto che ne hanno tratto il film La Vita di Adele. La storia sembra quasi un percorso e lungo questo cammino l'autrice ci fa soffermare in varie tappe che rappresentano le fasi della vita della giovane protagonista, Clementine.

 

Blu 3


Il percorso di Clem è scandito dalle pagine del suo diario, la prima tappa ci mostra la sua vita ordinaria di adolescente, il suo stato d'animo alla prima cotta per un ragazzo più grande di lei, la prima storia d'amore. I classici cliché. Ma, poi, ad un tratto, cambia qualcosa, si rompe lo schema, cambia lei e sente che le cose non vanno nella direzione in cui credeva dovessero andare.

 

Blu 4


Seconda tappa: analisi del cambiamento. In questa seconda fase della vita di Clem, si avverte la paura per qualcosa di sconosciuto fino ad allora. La paura di sapere cosa vuole davvero e la paura di avere piena consapevolezza di sé stessa. Nel suo diario racconta come cerca di affrontare la nuova sfida anche grazie al sostegno di chi realmente le vuole stare accanto e l'amarezza di aver perso le persone che credeva importanti e che le si sono mostrate per quelle che realmente sono.

 

Blu 5


La terza tappa è quella dell'accettazione e della consapevolezza, che l'hanno forgiata e rafforzata per poter camminare a testa alta, guardando le persone dritte negli occhi senza sentirsi in colpa per qualcosa di cui non è concepibile averne. I sentimenti cupi vengono spazzati completamente via da altri puri, positivi, dalla spensieratezza e da un incontro che le cambierà la vita e la visione di essa.


L'amore, deus ex machina: quarta tappa. Questa è la parte più profonda di tutta l'opera. È un messaggio per tutte le generazioni di lettori, dagli omofobi a quelli che vengono definiti di mentalità aperta, quando in realtà si dovrebbe dire semplicemente che sono persone razionali. L'amore cambia tutto e cambia le persone, le "contagia" rendendole più "umane". L'amore nelle sue infinite sfaccettature è il cuore pulsante della seconda fase del romanzo.


Il blu è un colore caldo è un inno alla vita ed ai sentimenti puri e profondi che si attaccano sulla pelle come fossero un tatuaggio ed il viaggio nella vita di Clem dovrebbe essere una fonte d'ispirazione per tutti.

Ultima modifica il Giovedì, 12 Maggio 2016 19:05
Vota questo articolo
(3 Voti)
Letto 1507 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.