Notte Europea dei Musei: La cultura che unisce l'Unione Europea

Giovedì, 19 Maggio 2016 13:13
  

Il 16 maggio è approdata a Napoli  la Notte Europea dei Musei. Si tratta di un’iniziativa volta a valorizzare la cultura in tutti i paesi che fanno parte dell’Unione Europea, alla quale numerosi musei parteciperanno aprendo le proprie porte al pubblico al prezzo simbolico di 1€. Un evento che, si spera, riunirà gran parte del popolo napoletano in un' atmosfera suggestiva. Numerosissimi i poli museali aperti, così come i siti archeologici  di Pompei ed Ercolano, per uno speciale tour archeologico “by-night”. Il 21 maggio si aggiungeranno anche i siti archeologici di Oplonti ed il museo di Boscoreale.

I sindacati e la Sovrintendenza per i Beni Culturali hanno deciso di mettere in pratica una vera e propria valorizzazione degli scavi Pompei-con l'aiuto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo-che resteranno  aperti ogni sabato sera fino al primo Ottobre. Non saranno aperti tutti gli scavi ma un percorso speciale, che  inizia da Porta Marina e prosegue lungo il viale antistante l’Antiquarium per poi proseguire con l’incanto della “Villa Imperiale”, con gli arredi dell’epoca romana. Si prosegue lungo il Viale delle Ginestre fino ai Teatri dove verrà proiettato un filmato al Teatro Piccolo e ci sarà anche la possibilità di sedersi nella cavea. Il percorso notturno costerà 2 euro.

Anche per gli scavi di Ercolano sarà possibile effettuare un tour notturno che permetterà di vedere il Padiglione della Barca, la Rampa Martusciello-Fornici e la Terrazza di Nonio Balbo, sempre al costo di  2 euro.

 

L’iniziativa, giunta alla dodicesima edizione, è posta sotto il patrocinio del Consiglio d’Europa, dell’Unesco e dell’ICOM e ha lo scopo di valorizzare l’identità culturale europea. Istituti aderenti all’iniziativa integreranno il tradizionale percorso di visita con l’apporto di tutte le arti (teatro, musica, letteratura, cinema, ecc.), in modo tale da dare ulteriore forza alla definizione di "Museo", non solo come istituzione, ma come luogo di condivisione e di sviluppo sociale.

 

Alcuni degli eventi in programma:

Alla Certosa di San Martino, i visitatori potranno partecipare, alle ore 20:00, alla visita guidata alla Mostra "Gigante e i figli del re".  L’esposizione racconta il procedimento adottato dal maestro nell’insegnamento della pittura di paesaggio ai giovani Principi di Borbone. Seguirà, alle ore 21:30, una performance teatrale sul tema della mostra ed in seguito il pubblico si porterà nel Cortile Monumentale dove si evocherà una lezione di pittura in danza contemporanea con contaminazioni romantiche. (Info 0812294502)

 

A Castel Sant'Elmo, presso il Museo del Novecento, si potrà visitare la Mostra "Cuatropasos", per rivivere una passeggita attraverso le vie di Napoli con incontri con venditori ambulanti, ragazzini che scorrazzano per le vie. Immagini contrastanti ma evocative. La mostra sarà visitabile fino alle ore 21.30. (Info 0812294449)

 

A Palazzo Reale la musica sarà la protagonista. Una performance musicale dell’Accademia Mandolinistica Napoletana accompagnerà la visita guidata attraverso le stanze della regina. Le note di grandi autori saranno quindi musicate dallo strumento simbolo del popolo napoletano: il mandolino. (Visite solo su prenotazione: 848800288 - 0639967050)

 

Museo Archeologico Nazionale di Napoli: sarà possibile visitare il Laboratorio di Conservazione e Restauro del Museo Archeologico di Napoli. I restauratori illustreranno ai visitatori le tecniche di restauro attraverso esempi di lavori realizzati in precedenza. Saranno ammessi visitatori in gruppi di 20 previa prenotazione obbligatoria al numero 0814422273.

 

Museo di Capodimonte: sarà aperto fino alle 22.30, con biglietto al prezzo simbolico di 1 Euro, a partire dalle 19.30. Alle 21.00 si esibiranno nel Salone delle Feste gli allievi del Conservatorio di Musica San Pietro a Majella, proponendo un ricco repertorio di musiche di Bach, Chopin, Liszt, Ruggieri e Munier. (Per info 0817499109)

 

La Città della Scienza propone “Notte di Scienza”, una festa speciale sotto le stelle, in cui, tra l'altro, il ristorante di Città della Scienza, Alma Flegrea, sarà aperto e ospiterà musica live. (Info 0817352424)

 

Questa è solo una parte delle attività organizzate per questa splendida iniziativa, che ci invita a staccarci dalle tecnologie e dalle abitudini. Una notte immersi nella storia, accompagnati da musica e danza. Una notte di cultura, il vero punto di forza del nostro Paese.

 

 

Vota questo articolo
(1 Vota)
Giulia Compagnone

Nata a Napoli,frequenta la facoltà di giurisprudenza. Da sempre innamorata della sua meravigliosa città, nonostante i suoi difetti e le sue contraddizioni. Ogni giorno cerca di impegnarsi , di lottare per lei, attraverso azioni pratiche e attraverso la sua scrittura. Non finisce mai di stupirsi di quanto possa dare questa città, malgrado sia un vero e proprio paradiso abitato da diavoli.Ama la cultura e tutto ciò che è legato ad essa ,ha uno spiccato senso civico ed è appassionata di musica e di danza.

Le due sue citazioni preferite sono:" raccontare le cose come stanno vuol dire non subirle" di Roberto Saviano e " vi sono momenti nella vita in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale,un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre" di Oriana Fallaci.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.