"Victoria": intrighi a corte

Lunedì, 12 Settembre 2016 00:00
  

L'estate è ormai finita, si ritorna alla quotidianità, alla solita vita. Lavoro, scuola, università, la solita solfa. Già immagino tutti noi a guardare fuori dalla finestra, sognando una realtà diversa. Chi si immagina al mare, chi in montagna, chi a *cittàrandom*. E poi, si sa, quando si inizia a sognare si rischia di perdere il controllo e ci si spinge sempre più oltre.


Chi di voi non ha mai immaginato di far parte di una Famiglia Reale? Il trono (non di spade, magari uno più comodo), i saloni, le feste, i balli, i giardini... che meraviglia! Tuttavia, non è tutto oro ciò che luccica. Almeno non in Italia, forse a Buckingham Palace si. Ed è proprio lì, in quel di Londra, che vi voglio portare oggi, Brexit permettendo.

 

Conoscete il canale ITV? Forse no, forse sì. In sostanza è quello che ha trasmesso Downton Abbey. Ora torna a farci sognare ambientazioni d'epoca con una nuova serie, Victoria. Chi mastica un briciolo di storia inglese avrà già capito di che parla la serie.


Viaggiamo indietro nel tempo fino al 1837, quando una diciottenne divenne la sovrana più potente del mondo salendo al trono della Gran Bretagna (e della metà del mondo che allora faceva parte dell'Impero Inglese).

 

Victoria 02

 

Le otto puntate della serie si ripropongono di seguire le orme di Downton Abbey, mostrandoci in parallelo le vicende della nobiltà e quelle della servitù in un tempo descrittoci alla perfezione per quanto riguarda ambientazioni, usi e costumi, ma in cui vi è comunque del romanzesco che rende la fedeltà storica alta ma non totale.

 

Il risultato però non è quello aspettato, in quanto i nobili dominano la scena. Ciò è forse un vantaggio, poiché i personaggi della servitù appaiono abbastanza privi di spessore, a differenza dei titolati, meglio delineati e interpretati magistralmente da un cast di semisconosciuti di grande talento, protagonisti delle avventure e degli intrighi che rendono possibile la serie.

 

Victoria 03

 

Ma, in sostanza, di che parla?

 

Vittoria (Jenna Coleman), giovane e inesperta, si trova catapultata in un mondo pieno di responsabilità, ma soprattutto di insidie, dove pare che non possa fidarsi neanche della madre (Catherine Flemming), la cui mente pare ottenebrata da questa sorta di consigliere/compagno/amante/chipiùnehapiùnemetta che è sir Conroy (Paul Rhys). L'unico di cui si fida la giovane sovrana è il primo ministro, l'affascinante e misterioso Lord Melbourne (Rufus Sewell), a cui si lega così tanto da dipenderne quasi totalmente e al punto da rasentare lo scandalo. Criticata da molti e circondata da ogni parte da pretendenti al trono, come riuscirà questa giovane donna a imporsi?

 

Lo scopriremo nelle prossime puntate!

Vota questo articolo
(6 Voti)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.