Festa del cinema di Roma ai nastri di partenza

Giovedì, 13 Ottobre 2016 00:00
  

L’attesa è finita, il red carpet è pronto, lo splendido Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano ospiterà da oggi l’undicesima edizione della Festa del cinema di Roma e “Alice nella città”, la sezione parallela dedicata alle nuove generazioni. Fino al 23 ottobre la settima arte sarà assoluta protagonista di un  grande evento  impreziosito  da alcune fra le più iconiche star di Hollywood e da registi impegnati del panorama internazionale e nazionale. Il programma del Festival si articolerà su diverse categorie  di eventi,  fra cui le quarantaquattro proiezioni offerte dalla Selezione Ufficiale  che include  numerose pellicole d’autore , come “ La ùltima tarde” , del regista peruviano Joel Calero, autore di un film che vede due ex militanti radicali  ritrovarsi dopo diciannove anni per ultimare le procedure di divorzio, premesse che promettono grande qualità di contenuti.  In questa categoria è presente anche il film d’animazione “ La tortuerouge” ,di Michael Dudok,  in cui una anziana tartaruga ultracentenaria racconterà le tappe della vita di un naufrago. Quali saranno i significati profondi che si annidano in questa fiaba?La Selezione Ufficiale presenta anche alcuni documentari.  Grande attesa è naturalmente rivolta ad un opera che parla di Napoli, “ Naples44”, un docufilm sulla Partenope del secondo dopoguerra, la cui voce narrante è prestata dal grande BenedictCumberbatch. Qual è il filo conduttore che collega la città simbolo del Sud Italia al mondo a cui appartiene il brillante attore britannico? Oltre alla Selezione ufficiale, sono in programma incontri ravvicinati con attori del calibro di Tom Hanks, ViggoMortensene la grandissima Meryl Streep, protagonista dell’atteso “Florence Foster Jenkins. Arricchisce questo programma la figura illustre di Bernardo Bertolucci, oscar alla regia nel 1988, e regista di capolavori del calibro di “ Ultimo Tango a Parigi”. Purtroppo non ci sarà il polaccoAndrezejWajda, scomparso l’altro ieri. Aveva scelto questa edizione del Festival romano per presentare il suo ultimo lavoro, “ Afterimage”, proiezione di punta del secondo giorno, assieme a “Snowden” , di Oliver Stone,anch’egli protagonista di un incontro. Altri omaggi, conferenze e retrospettive si susseguiranno durante questo Festival sul quale sono riposte le migliori aspettative.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.