"Pen Pineapple Apple Pen" is the new "Gangam Style"

Venerdì, 14 Ottobre 2016 00:00
  

Credevamo di aver raggiunto le vette più alte del no-sense quando, nel 2012, abbiamo assistito all'inondazione delle nostre homepage da parte di coreani trotterellanti. Il fenomeno Gangam, però, non era destinato a rimanere isolato; e ne siamo diventati consapevoli appena abbiamo cliccato sul link che ha postato un nostro amico, e ci siamo imbattuti nell'ennesimo asiatico danzante. Si chiama Dj Piko Taro (alias del comico giapponese Kosaka Daimau) il personaggio dall'outfit e dalle movenze molto singolari, il cui minuto e mezzo di video non ha risparmiato nessuna piattaforma social.


L'umorista nipponico non si aspettava l'enorme successo che avrebbero conseguito i suoi pochi secondi di ripresa. In questi viene immortalato in ipnotizzanti passi di danza, mentre mette insieme un improbabile abbinamento di suoni, combinando in una canzoncina le parole "pen", "apple" e "ananas". Eppure, in pochi giorni, la clip ha raggiunto ben 13 milioni di visualizzazioni, accompagnata dalle più disparate parodie, video di risposta e di emulazione. L'hashtag "#PPAP", che riassume il il ritornello "Pen Pineapple Apple Pen", è ben presto diventato protagonista di tweet, post su Facebook e incontrollati snap.

 

Pineapplepen2


Inevitabile mettere a paragone la coreografia di Piko Taro con gli sfrenati saltelli di PSY. Solo quattro anni fa, il cantante (cantante?) coreano ha raggiunto, con il suo tormentone, nientemeno che 2 miliardi e mezzo di visualizzazioni, oltre ad aver ottenuto dodici dischi di platino e venduto circa dieci milioni di copie. Tutto questo ha regalato a Gangam Style un successo mondiale, rendendola colonna sonora dei più celebri eventi e flashmob del pianeta.


Non ci stupiremmo se il Dj giapponese conseguisse la stessa popolarità. Quello che ci chiediamo è come sia possibile che noi tutti abbiamo a disposizione, quotidianamente, uno strumento del calibro di Internet, che ci permetterebbe di accedere a tutto lo scibile planetario, e lo utilizziamo per memorizzare un balletto demenziale. Possibile che una persona debba arricchirsi per una trovata senza alcun merito o senso compiuto? Dove sarebbe tanta genialità da premiare, se è una cosa che potremmo fare tutti? La risposta è molto semplice. La genialità, spesso, non sta nel creare qualcosa di grandioso, ma nel capire i meccanismi che portano le persone a trovare grandioso qualcosa. Anche se banale, anche se stupido. Tutti avrebbero potuto avere un'idea insensata e virale simile; ma, ai fatti, l'ha avuta solo Piko Tauro.

 

Pineapplepen3

Vota questo articolo
(2 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.