Inaugurazione d'autore al Bellini con "Bordello di Mare con città"

Venerdì, 28 Ottobre 2016 06:29
  

La più grande varietà umana si incontra lì dove l'uomo è nudo con se stesso. Forse è per questo che i testi di Moscato, in buona parte ambientati in bordelli e lupanari, rappresentano la sintesi perfetta di una Napoli metafora di un'umanità tanto variegata da risultare ancora oggi attuale. In un vico dei Quartieri Spagnoli, nel bordello che fu di Donna Rosa (in scena rappresentata in un'immagine dal grande drammaturgo Annibale Ruccello), da qualche tempo non si esercita più la professione. Da puttana a Santa, Assunta (Fulvia Carotenuto) adesso fa miracoli, guarisce ferite, cura i mali del corpo e dell'anima. A guardia della sua santità, tre 'ex colleghe', Titina (Imma Villa), Madamina (Cristina Donadio) e Cleò (Ivana Maione), ognuna legata alla ormai mistica presenza per interesse, ça va sans dire. La religione, si sa, è un ricco business, occasione anche per giornalisti assetati di notizie. Non è sempre oro quel che luccica e, molto spesso, si ritorce contro chi ne vuol trarre guadagno. Bordello di mare con città è il testo di Enzo Moscato che apre la stagione del Teatro Bellini. A metà tra un giallo e uno show dai macabri risvolti, nella messinscena di Carlo Cerciello vi è la disperante ricerca di uno scopo delle anime perdute raccontate da Moscato. Nel racconto, che in questa versione fa Moscato stesso, narratore/giornalista in scena, testimone di tanta desolante inumanità, la chiave di lettura di un testo dedicato ad Annibale Ruccello. Nella scenografia di Roberto Crea è forte il rimando alle celle di Scannasurece, precedente lavoro di Carciello, sempre su testo di Moscato, con maggiori riferimenti ai simboli di una religione crudele, la stessa che, nel suo essere fin troppo terrena, distrugge gli altri e se stessa. La incarna Lello Serao, Cardinale già caduto nel peccato mortale dell'incesto, che torna a scontrarsi con la sua prima tentazione e ad essere ancora vittima e carnefice, con le altre prostitute, del destino della piccola Betti (Sefora Russo), vergine immolata sull'altare della più bieca avidità. Muore così la speranza e la commedia, recitata nel bordello, torna ad essere tragedia e cambia tutto in modo che non cambi nulla.

La realtà, ancora una volta, si fa teatro e viceversa. 

 

M BORDELLODIMARECONCITTA FotoAndreaFalasconi M1230Elledieffe - La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo / Teatro Elicantropo

BORDELLO DI MARE CON CITTA’

di Enzo Moscato, regia Carlo Cerciello

con (in o.a.) 

Fulvia Carotenuto       Assunta

Cristina Donadio        Madamina

Ivana Maione             Cleò

Enzo Moscato             il giornalista

Sefora Russo               Betti

Lello Serao                 il Cardinale

Imma Villa                  Titina

scene Roberto Crea 

costumi Alessandro Ciammarughi,

suono Hubert Westkemper

musiche originali  Paolo Coletta

luci Cesare Accetta

aiuto regia Walter Cerrotta, Aniello Mallardo, trucco Vincenzo Cucchiara, assistente scenografo Michele Gigi, assistente ai costumi Concetta Nappi,  direttore di scena Mimmo Pirolla, macchinista Mariano Giamè, realizzazione scene Retroscena, realizzazione costumi Costumi d’Arte, foto di scena Andrea Falasconi, segreteria di produzione Deborah Frate, produzione e amministrazione Alessandro Mattias,  ufficio stampa Renato Rizzardi, consulenza organizzativa Natalia Di Iorio

una produzione Elledieffe e Teatro Elicantropo

Si ringrazia il fotografo Peppe Del Rossi per la gentile concessione della foto in locandina elaborata graficamente da Alessandro Ciammarughi e di quella presente in scena

Vota questo articolo
(0 Voti)
Emma Di Lorenzo

I leave to others the conviction of being the best, for me I want the certainty that in life you can always improve.

 Marilyn Monroe

 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.