Successo a Capodimonte per La donna con il liuto di Vermeer

Mercoledì, 28 Dicembre 2016 19:02
  

Grande entusiasmo durante questi giorni di festa per l’esposizione del dipinto di Jan Vermeer (1632-1675), La donna con il liuto, arrivato al Museo di Capodimonte il 18 Novembre scorso direttamente dal Metropolitan Museum di New York. Napoletani e turisti sono accorsi per ammirare la famosa tela di Vermeer, agevolati anche dal costo del biglietto che resta quello ordinario del Museo, senza alcuna maggiorazione, per espresso volere del direttore Sylvain Bellenger.

Un’altra novità fortemente apprezzata dai visitatori è l’app dedicata Vermeer a Capodimonte-facilmente scaricabile dagli store dei diversi sistemi operativi-che permette di avere accesso sia a informazioni dettagliate sulle opere in mostra, sia a ulteriori contenuti, approfondimenti e video consultabili anche una volta fuori dal museo. È una novità importante che nella semplicità del suo utilizzo-basta inquadrare il dipinto con lo smartphone e parte la scansione della tela con un menu completo di informazioni audio, testuali e video-mira a veicolare in modo ancora più immediato il messaggio dell’arte al mondo giovanile.

In un’altra sala sono esposte quattro tele che ripropongono il tema della donna suonatrice, tutte appartenenti alla collezione del Museo di Capodimonte ma di diversi autori del Seicento, che ci mostrano come veniva affrontato il tema della donna musicista negli stessi anni in cui dipingeva Vermeer ma in altre parti del mondo, ognuno in maniera diversa. Troviamo così a dialogare tra loro in un’unica stanza la splendida Santa Cecilia al clavicembalo di Francesco Guarino (1611-1654), la delicatissima Santa Cecilia in estasi di Bernardo Cavallino (1616-1656 ca) del 1645, la Santa Cecilia all’organo e angeli musicanti e cantori di Carlo Sellitto (1581-1614) del 1613 ca e l’Autoritratto alla spinetta di Sofonisba Anguissola (1532-1625) datata circa 1559.

La donna con il liuto copia

Jan Vermeer, La donna con il liuto, 1664 ca., olio su tela

Ma come ormai sanno bene i lettori di MYGENERATION Arte, è giunto il momento adesso di passare a un’attenta lettura del quadro protagonista della mostra. Direttamente dal Metropolitan Museum di New York ecco a voi… La donna con il liuto di Vermeer!

Del 1664 circa, l’opera fa parte del gruppo di dipinti realizzati da Vermeer nella metà degli anni sessanta, con singole figure femminili entro scene di assoluto rigore compositivo. Anche qui, come in tutte quelle dipinte nello stesso periodo, la scena è ambientata nell’angolo di una stanza illuminato da una finestra a sinistra. La donna è seduta dietro a un tavolo ed è colta in un momento di tensione, come intenta a provare una nota del liuto. Sullo sfondo è appesa una grande carta geografica dell’Europa, resa in maniera realistica e riconosciuta dagli studiosi come quella pubblicata da Hondius, il famoso cartografo olandese, nel 1613.

La profondità spaziale all’interno della stanza non è resa attraverso l’uso degli strumenti tipici della prospettiva, ma con la sola giustapposizione di oggetti vicini e lontani, probabilmente quindi attraverso l’uso di uno strumento ottico, espediente già utilizzato da Vermeer anche in altri dipinti.

In questo dipinto Vermeer dimostra ormai una piena autonomia nella definizione austeramente sintetica dell’impianto complessivo e dei singoli volumi e nel crescente affinamento dei fattori cromatico-luministici.

Interessante per il lettori sarà sapere che l’arte di Jan Vermeer fu riscoperta e rivalutata ben dopo la sua morte, soltanto nella seconda metà dell’Ottocento, non avendo mai in vita suscitato molto clamore.

 

LUOGO: Museo di Capodimonte, via Miano 2, Napoli

PERIODO: dal 18/11/2016 al 9/02/2017; tutti i giorni dalle 8.30 alle 19.30. Mercoledì chiuso

PREZZO: ingresso al museo: Intero 8,00€, ridotto 4,00€

INFO: Tel. 081 7499111; http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/vermeer-la-donna-con-il-liuto-dal-metropolitan-museum/http://www.museocapodimonte.beniculturali.it/vermeer-la-donna-con-il-liuto-dal-metropolitan-museum/

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.