M*t*e*f*c*i*g Easter Eggs 2!

Mercoledì, 08 Marzo 2017 09:41
  

Già lo scorso anno MYGENERATION si era occupato di tutti gli Easter Eggs presenti sia nel film sia nel videogioco di Deadpool:

 

https://www.mygenerationweb.it/201603272996/articoli/nerdzone/nessuna-delle-precedenti/2996-easter-eggs-a-gogo

 

https://www.mygenerationweb.it/201605193105/articoli/nerdzone/videogiochi/3105-m-t-e-f-c-i-g-easter-eggs

 

In occasione della presentazione del teaser trailer andato in onda durante la prima del puntuto personaggio di Wolverine, con grande e piacevole sorpresa del pubblico ci si ritrova a guardare prima della proiezione, uno short film di 4.07 minuti (nella versione inglese) allegata alle copie di Logan in programmazione. Short film significa che nessuna delle scene presenti in questo cortometraggio fa parte o sarà vista nel film, come specificato da Rhett Reese, co-sceneggiatore della pellicola.

 

Deadpool 2

 

Le analogie col personaggio di Logan si ritrovano già nel primo film quando Deadpool seduto su un cavalcavia dice di aver dovuto solleticare gli attributi a qualcuno con delle graziose unghiette di adamantio e bombe a mano australiane per poter avere un film tutto suo.
I riferimenti a Wolverine, come ad altri attori, fumetti o artisti musicali sono molteplici, ma andiamo insieme a vedere di cosa si tratta.

 

Deadpool 2b

 

Shortfilm:

 

 

1. Il primo riferimento riguarda l'audio, nel momento in cui si toglie le cuffie dell' iPod si distinguono chiaramente le parole di St. Elmo's Fire di John Parr, canzone dell' omonimo film diretto da Joel Schumacher. Nelle sale però, prima del film la musica riprodotta è Angel of the Morning di Juice Newton, stessa identica canzone del primo film, forse meglio conosciuta in Italia con la versione Gli Occhi Verdi dell'Amore dei Profeti. Mentre il corto nella scena finale, sfuma sulle note di You're So Cool di Hans Zimmer ovvero colonna sonora di Una Vita al Massimo.

 

2. Nel momento in cui Deadpool rivolge lo sguardo al pubblico nella prima battuta si intrevede l'insegna del Royal Diner, location della serie TV Bones e di svariate scene di How I Met Your Mother.

 

3. Proseguendo nell'azione si nota sul cartello pubblicitario del cinema che in programmazione c'è Logan, e se per caso è sfuggito, sul muro alle spalle c'è affissa la locandina del film. Subito sotto sul muro appare un graffito "REY" che potrebbe essere associato proprio al nome dell'attore Reynolds o ad un altro personaggio Marvel, il principe Rey, per via della corona posta sopra la "R".

 

4. Anche Superman viene omaggiato nel corto quando Deadpool entra nella cabina telefonica per mettersi il costume e accorrere in aiuto di un poveraccio che sta per essere rapinato. Anche se risulta una scena più alla Aldo baglio, soprattutto quando il sederone di Wade si stampa sui vetri della cabina, è possibile, facendo attenzione, notare alcuni dettagli come ad esempio due scritte "HOPE" subito sotto l'insegna Telephone, probabile riferimento a Hope Summers un cross over che si dipana su tutte le testate mutanti, e "NATHAN SUMMERS CUMMING SOON". Nathan Summers è il personaggio di Cable, figlio di Ciclope e Madelyne Pryor.

 

5. Proseguiamo con un graffito sul muro all'angolo "OGGY WAS HERE" molto probabilmente un riferimento al personaggio di Calibano presente sempre in Logan.

 

6. Oltre ad Oggy ci sono altri graffiti sparsi sui muri come ad esempio Ariana Grande, non è chiaro se la cantante faccia un'apparizione nel film o se abbia a che fare con la colonna sonora o se più semplicemente Wade ne sia fan.

 

7. Alley Cat, fumetto della Image Comics.

 

8. Victim of the Brain, titolo di un documentario del 1988 di Piet Hoenderdos che tratta di testi sulla filosofia della mente.

 

9. Siamo ormai abituati a vedere Stan Lee nelle varie apparizioni all'interno dei film targati Marvel e qui immancabile si complimenta con Wade per la bellezza del suo costume. Da notare che in questo caso viene chiamato, o meglio zittito, per nome e cognome.

 

10. Uscito dalla cabina telefonica, mentre corre in slowmotion, si può notare che dietro di lui nella vetrina del negozio è pubblicizzata Firefly. Questa serie TV ha visto tra gli interpreti proprio Vanessa (Morena Baccarin), l'amata di Deadpool, la quale interpeta anche Lee in Gotham, moglie dell'ispettore Gordon, altra serie nella quale un intero episodio è stato dedicato proprio a Firefly.

 

11. Alla fine dello short film, quando Deadpool appura che ovviamente non c'è più nulla da fare per la vittima, ci intavola un discorso e mangia il suo gelato Ben & Jerry al gusto di Cherry Garcia, il nome è chiaramente ispirato a Jerry Garcia, chitarrista dei Grateful Dead.

 

12. Ultimo easter egg riguarda i titoli di coda i quali altro non sono che un omaggio a Hernest Hemingway e al libro Il Vecchio e il Mare con un riassunto "Deadpool style", in cui il nostro spiega che:«Molti anni dopo, in quasi ogni città d'America è possibile trovare un Red Lobster Restaurant che offre un'atmosfera informale e ampio parcheggio».

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.