Il riscatto della laurea è solo una proposta estiva?

Domenica, 06 Agosto 2017 19:35
  

Il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta sta lavorando ad un progetto che prevede il riscatto gratuito degli anni di laurea ai fini pensionistici.

Per il momento non c'è nulla di concreto, anche perché bisognerà attendere la quantificazione, da parte dell'Inps, del costo di tale operazione. Sappiamo solo che l'idea è quella di offrire a chi si laureerà nei prossimi 3 anni e ai laureati, nati tra il 1980 e il 2000, contributi figurativi necessari per andare in pensione anticipatamente. Purtroppo la “cortesia” è rivolta solo a coloro che non risultano fuori corso e, secondo le statistiche, annualmente “solo” il 45%  degli studenti si laurea negli anni previsti dal ciclo di studi.

Un eventuale provvedimento rivolto a sedare l'insoddisfazione di una generazione oppressa dalla disoccupazione e dal precariato, che a causa di una discontinuità lavorativa versa contributi inadeguati per una futura pensione che probabilmente otterrà dopo i 70 anni di vita.

La rete è in subbuglio e attraverso l'hashtag #RiscattaLaurea c'è mobilitazione per estendere a tutti questa gratuità di riscatto. In realtà dal 2008 è stata data la possibilità ai neolaureati, non ancora occupati, di farsi riscattare gli anni di studio da “mamma o papà” per un costo di 20.500 Euro, con rate da 170 Euro al mese, in dieci anni. Tutti gli altri laureati non godono di nessun privilegio e se vogliono andare in pensione anticipatamente devono versare all'Inps ben 65.000 Euro!

Ma tornando alla proposta di solidarietà intergenerazionale c'è da chiedersi quanta opposizione troverà da parte di coloro che l'hanno definita discriminatoria nei confronti di chi ha riscattato la laurea sostenendo grossi sacrifici o di chi è nato poco prima del 1980 o poco dopo il 2000.

A noi sembra che vi sia solo l'intenzione di buttare fumo negli occhi ad una generazione a cui manca stabilità e futuro sereno. E soprattutto ci chiediamo quale valore aggiunto possano mai avere 3 o 5 anni di contributi a chi non riesce a trovare un lavoro stabile!

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.