No al ticket al San Giovanni Bosco

Giovedì, 16 Novembre 2017 00:00
  

Venerdì scorso il Comitato Campano si è radunato alle porte dell’ospedale San Giovanni Bosco per manifestare contro il ticket ospedaliero. Il pagamento del ticket tende ad escludere una buona fetta dei cittadini, quasi undici milioni di italiani non possono permettersi di acquistarlo, impedendo in maniera smodata l’accesso alle cure mediche. L’iniziativa di venerdì ha visto partecipe ben tre ambulatori dell’ospedale, i quali, solo per quella giornata, hanno aperto le porte gratuitamente a tutti i pazienti, evitando così il passaggio attraverso il ticket. Uno sciopero alla rovescia del personale medico, che pur non timbrando il cartellino, hanno esercitato la loro funzione per i diritti dei cittadini. Dalle 8:30 del mattino fino alla sera, sono stati numerosi coloro che hanno approfittato di questa giornata di “grazia”. I medici che hanno aderito lottano anche contro i disservizi dello stesso ospedale. Gli esponenti del Comitato affermano che il pagamento del ticket è anticostituzionale e servirebbe celermente una riforma nazionale per modificare tale pratica. L’articolo 32 della Costituzione infatti recita: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”. Per questo motivo non si spiega la necessità di questo ticket visto che anche attraverso le tasse la spesa per il settore medico è molto alta. “La salute non è una merce!” gridano con rabbia i tanti che si sono riuniti all’esterno del San Giovanni Bosco. A tal proposito il Comitato Campano ha organizzato una manifestazione il 17 novembre che partirà da piazza Garibaldi e terminerà al Municipio per combattere tutte le tipologie di esclusione sociale, tra cui, appunto, l’esclusione sanitaria. Tra le varie proposte che si avanzeranno sono molto interessanti quelle della promozione di una commissione popolare della sanità  gestita da tecnici e della creazione di un organo di controllo e di proposte per migliorare il servizio sanitario.

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.