"Babylon Berlin": la Germania segreta

Giovedì, 30 Novembre 2017 11:16
  

Come tutti sapete, la Storia ci nasconde molti segreti. Più che la Storia, è l'uomo che tende a nascondere ed eliminare alcuni eventi, troppo scandalosi e nocivi per reputazione ed interessi di vario tipo. La serie di cui parliamo oggi si propone di rivelare uno di questi segreti.

 

Vi siete mai chiesti com'erano i nazisti prima di diventare nazisti?

 

Non è che uno si sveglia la mattina e diventa nazista oppure segue delle lezioni di nazismo. Il fenomeno è nato in un momento in cui la Germania, e soprattutto Berlino, viveva tutto in modo estremo.

 

A livello letterale, diciamo, Babylon Berlin tratta di un agente di polizia, Gereon Rath (Volker Bruch), che da Colonia viene inviato nella capitale tedesca per indagare su un caso di ricatto nel mondo del porno. Qui la sua strada incrocia quella dell'ambiziosa Charlotte Ritter (Liv Lisa Fries). Tuttavia, ciò che davvero attrae è proprio la città, una Berlino inedita e non conosciuta dai più. Dimenticate la Berlino che ci propinano oggi, tutta precisione e rigore.

 

Siamo alla fine degli anni '20, nel '29 per la precisione. Mentre in America imperversa la Jazz Age, feste e divertimenti in Germania hanno un retrogusto amaro. Il ricordo della Grande Guerra è ancora fresco. Ex militari con malattie, amputazioni e traumi si aggirano per la città. Nei ceti subalterni, la povertà e la frustrazione sono palpabili. Tensioni sociali e politiche sono all'ordine del giorno. Aleggia, infine, lo spettro del comunismo russo. È imminente lo scoppio di un qualcosa di non ben precisato, che serpeggia e si insinua a partire dagli ambienti privati e nascosti per il pudore della società, ma mira ai piani alti.

 

È in una Berlino del genere, una Berlino che potremmo definire nervosa e in trepidazione, non si sa bene di cosa, che è ambientata questa serie, considerata da molti l'evento televisivo dell'anno. Si tratta della più grande produzione tedesca, costata ben 40 milioni, e tratta dai romanzi di Volker Kutscher. Andati in onda su SKY lo scorso 28 novembre, i primi due episodi – ma strutturati in modo da sembrare un tutt'uno – non saranno proprio un capolavoro, ma hanno molto potenziale. Buona interpretazione del cast, giusto mix di rivelazione e di suspense, ambientazioni e fotografia perfetti.

 

Il risultato è che la serie intriga e si è guadagnata la mia benedizione. Auf Wiedersehen!

 

 

 

 

 

 

 

Link all'immagine: http://guidatv.sky.it/guidatv/programma/intrattenimento/fiction/babylon-berlin_584378.shtmlhttp://guidatv.sky.it/guidatv/programma/intrattenimento/fiction/babylon-berlin_584378.shtml

Vota questo articolo
(3 Voti)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.