Apple ha ceduto: i dati degli utenti cinesi di iCloud verranno spostati su server locali

Mercoledì, 07 Marzo 2018 12:10
  

Con una decisione che desta particolari perplessità, dallo scorso 28 febbraio Apple si è adeguata alle leggi di Pechino: d’ora in poi, i servizi cloud offerti ai cittadini saranno gestiti dai server della Repubblica popolare.

L’azienda di Cupertino ha tenuto a precisare come i valori in cui crede - rispetto della privacy e tutela degli utenti- non varino a seconda del luogo in cui i prodotti vengono venduti. Tuttavia, questa volta non è riuscita ad ostacolare la volontà del governo cinese, essendo Apple tenuta a rispettare le disposizioni legislative di tutti i Paesi.

 

ARTICOLO 9-

 

I dati saranno trasferiti sui server della società – strettamente legata al Partito comunista cinese - Cloud Big Data Industry, creata a Guizhou nel 2014.

Apple assicura, tuttavia, che continuerà a mantenere il controllo sulle chiavi crittografiche dei dati iCloud, oltre a rispondere delle richiese giudiziarie per i dati in suo possesso dei singoli individui.

 

Il tutto nell’ottica della sopravvivenza di un briciolo di garanzia alla privacy dei consumatori, tematica che preoccupa moltissimo gli attivisti per i diritti umani. Jing Zhao, infatti, ci tiene a ricordare che, un decennio fa, Yahoo! cedette i dati di alcuni cittadini al governo cinese, e questo provocò numerosi arresti e condanne a morte.

 

link alle foto: https://www.apple.com/shop/accessories/all-accessories

Vota questo articolo
(0 Voti)
Chiara Pizi

"Definire è limitare", diceva Oscar Wilde. E, a me, pormi limiti proprio non piace. Quello che sono, scoprilo leggendomi! 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.