Fallito il tentativo di rilevarla: la Weinstein Company dichiara bancarotta

Mercoledì, 07 Marzo 2018 12:16
  

Il cda della Weinstein Company è stato molto chiaro con i media statunitensi. L’esito è sicuramente disastroso per i dipendenti dell’azienda, per i creditori e ogni vittima, ma è necessario un processo di bancarotta per massimizzare il valore residuo della compagnia. Questo è quanto dichiarato al Los Angeles Times e al New York Times: ed entrambe le testate fanno riferimento ad un fallimento nel tentativo di rilevare l’azienda.

 

ARTICOLO 10

 

Il gruppo degli investitori capeggiato da Maria Contreras-Sweet sarebbe stato molto interessato a rilevare la Weinstein Company per mezzo miliardo di dollari. Questo, però, prima che il procuratore generale di New York intentasse un’azione legale contro la società e i fratelli Weinstein. L’azione è stata promossa nel timore che la vendita producesse il probabile rischio di lasciare le vittime degli abusi da parte del regista senza la possibilità di accedere ad un opportuno risarcimento.

 

Il regista non è – ancora – imputato di alcun reato; tuttavia, le denunce a suo carico sono talmente numerose che la notizia che non se la passi per nulla bene non può che farci sorridere di soddisfazione.

 

link alle foto: http://www.bbc.co.uk/news/entertainment-arts-43227627http://www.bbc.co.uk/news/entertainment-arts-43227627

 https://www.thesun.co.uk/news/4624318/harvey-weinstein-net-worth-films-wife-georgina-chapman/

Vota questo articolo
(0 Voti)
Chiara Pizi

"Definire è limitare", diceva Oscar Wilde. E, a me, pormi limiti proprio non piace. Quello che sono, scoprilo leggendomi! 

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.