"Cabal" versione Montecitorio

Mercoledì, 18 Aprile 2018 09:21
  

Che RaRt081 fosse un amante del retrogaming lo avevamo già intuito da poster come PAC-ANM,

 

RaRt081 PacANM

 

ma poiché la creatura di Toru Iwatani appartiene ormai all'immaginario collettivo, il nostro ci dimostra di essere un connoisseur di giochi d'antan citando nientemeno che Cabal, innovativo sparatutto del 1988. Dimentichiamo però gli scenari esotici del titolo della TAD Corporation, poiché RaRt081 sceglie di ambientare l'opera in un contesto assai familiare...

 

RaRt081 Montecitorio Cabal

 

A metà strada tra l'obelisco e Palazzo Montecitorio, il soldato senza nome (dettaglio assai interessante) rivolge lo sguardo alla frotta di sprites che sembrano correre a perdifiato verso l'ingresso. Il messaggio appare abbastanza chiaro, e la barra "politicians" in alto sembra non lasciare molti dubbi sull'identità dei suddetti sprites, eppure un attimo di riflessione è doveroso.

 

In primo luogo la posizione del protagonista: poiché in Cabal il player poteva spostarsi solo a destra e sinistra, era abbastanza raro trovarlo immobile; eppure RaRt081 lo ritrae proprio così: fermo, quasi in rassegnata contemplazione, e – altro dettaglio da tenere presente – nemmeno l'arma è immediatamente visibile. In secondo luogo, lo stesso mirino è puntato verso un punto qualsiasi, come a sottolineare il disinteresse verso i suoi nemici (che pure lo hanno lasciato con solo un quarto di salute, come si vede in alto a sinistra)... che stia pensando all'aumento del prezzo del piombo e abbozzando un rapido calcolo mentale tra costi e benefici?

 

Dal lato del significante, infine, un accenno sulla grafica pixellosa: esigenza compositiva o un'amara riflessione sulla nostra politica che sembra essere rimasta a decenni fa?

 

Ai poster(i) l'ardua sentenza.

 

 

 

 

Link all'immagine di copertina: http://davegamethoughts.blogspot.it/2011/03/cabal-clones.htmlhttp://davegamethoughts.blogspot.it/2011/03/cabal-clones.html

L'immagine di PAC-ANM è presa dalla pagina Facebook di RaRt081 https://www.facebook.com/rart081/

Vota questo articolo
(1 Vota)
Gabriele Basile

I don't believe in many things, but I do believe in duct tape.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.