ESPERIENZA UNICA: ECLISSI LUNARE DEL SECOLO IN BARCA A MARECHIARO

Sabato, 28 Luglio 2018 11:21
  

Nella vita ci sono serate importanti, quelle che ricorderai per sempre per il loro valore, ma ci sono anche serate speciali, quelle che ricorderai perché ti hanno toccato il cuore.

Ieri, venerdì 27 luglio, l'associazione culturale “Sii turista della tua città” ha organizzato un tour di un'ora e mezza in barca attraverso i gioielli del golfo di Napoli, in collaborazione con i famosi barcaioli di Marechiaro, per ammirare l'eclissi lunare più lunga del secolo.

Il costo dell'escursione è stato di 12 euro a persona, aggiungendo 5 euro (facoltativo) per un'impepata di cozze e un bicchiere di vino. Erano previsti 5 turni: 20, 20.30, 21, 21.30, 23.30. L'evento ha riscosso notevole successo, date le 600 prenotazioni e la suggestiva organizzazione. Una volta arrivati all'appuntamento al ristorante “Cicciotto”, dopo aver atteso il nostro turno con pazienza, dato il ritardo, siamo saliti sulla barca e lì è iniziata la magia.

Eclissi lunare

Immersi nel mare, ammirando la luna e le sue sfumature. Immersi nell'anima di questa città, passando per Villa Imperiale, Villa Fattorusso (complesso Rocce Verdi), Villa Rosebery, Villa Volpicelli (sede delle riprese della fiction “Un posto al sole “), per arrivare alla spiaggetta di Villa Lauro.
Una volta arrivati abbiamo potuto ammirare un capolavoro, sconosciuto ai più, tra bellezza e storia. Villa Rocca Matilde, meglio nota come Villa Lauro perché l'ultimo proprietario fu l'armatore Achille Lauro, sorge sui resti del palazzo seicentesco di Orazio D'Acunto. La prima proprietaria fu l'inglese Luisa Dillon che acquisì la proprietà del terreno nel 1842 e diede alla villa il nome della sua prima figlia, Matilde.
Furono eseguiti successivamente dei lavori che hanno dato l'aspetto attuale alla villa, che ospitò nel marzo del 1882 Giuseppe Garibaldi. Dopo il fallimento della gestione Lauro, la villa è stata sede degli studi di Canale 21, delle prime riprese di “Un posto al sole” e per anni location di cerimonie ed eventi fino a restare completamente abbandonata.

Incamminandosi per gli scogli, passando sotto degli archi si arriva dall'altra parte della villa da cui si intravede la terrazza. Il panorama é mozzafiato e la luna sembra sempre più vicina.

Per concludere in bellezza, cozze e vino distribuiti sulla spiaggia. I più coraggiosi hanno fatto il bagno per godersi al massimo l'atmosfera al chiaro di luna.

Un'esperienza unica, grazie all'ingegno e la passione dei ragazzi di “Sii turista della tua città” e grazie alla nostra città che non finisce mai di stupirci e che merita di essere rispettata per lo spettacolo che riesce a regalarci ogni volta. Una serata che tutti porteranno nel cuore e che ci fa dire ancora una volta “ essere napoletano è meraviglioso!”.

 


 

Ultima modifica il Sabato, 28 Luglio 2018 12:19
Vota questo articolo
(2 Voti)
Letto 235 volte
Giulia Compagnone

Nata a Napoli,frequenta la facoltà di giurisprudenza. Da sempre innamorata della sua meravigliosa città, nonostante i suoi difetti e le sue contraddizioni. Ogni giorno cerca di impegnarsi , di lottare per lei, attraverso azioni pratiche e attraverso la sua scrittura. Non finisce mai di stupirsi di quanto possa dare questa città, malgrado sia un vero e proprio paradiso abitato da diavoli.Ama la cultura e tutto ciò che è legato ad essa ,ha uno spiccato senso civico ed è appassionata di musica e di danza.

Le due sue citazioni preferite sono:" raccontare le cose come stanno vuol dire non subirle" di Roberto Saviano e " vi sono momenti nella vita in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale,un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre" di Oriana Fallaci.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.