Qualcuno ci osserva mentre scriviamo: la Madre, il Maestro, Shakespeare e Dio

Domenica, 29 Luglio 2018 00:00
  

«A volte crediamo di sapere cosa ci serve ma non è così. Ascoltami, Nabel: non devi cedere alle lusinghe della tua età e della tua insicurezza. Solo tu puoi farti sentire bella o brutta, insignificante o importante. L’amore non serve a questo, anzi, viene dopo di questo, è tutto ciò che avanza del tuo amore per te.»

 

 

Bracco

 

Per Nabel la scoperta dell’amore per se stessa inizia il giorno in cui conosce Hector, un fratello di cui non era mai stata messa al corrente e con cui condivide un padre distante da entrambi, fisicamente ed emotivamente: il professore Lucrezio Minenti. Luminare della fisica, sempre in giro per il mondo tra convegni e nuove ricerche, Minenti è artefice di una serie di esperimenti tra cui, si sospetta, quelli che riguardano l’invenzione di una prodigiosa Macchina del Tempo.

 

A partire dal loro primo incontro, le vite di Nabel e Hector sono destinate a intrecciarsi: i due fratelli decidono di non perdersi mai di vista e si rincorrono tra l’Italia e l’Inghilterra. Nel primo paese Nabel trascorre la sua vita con mezzo padre, una madre algida e una sorella con le idee più chiare di lei. Ha l’ambizione della scrittura, ma finisce sempre per cancellare tutto. A Londra, invece, Hector espone la sua opera d’arte alla Tate e si prepara a una collaborazione con Tim Burton.

 

Una storia di intrecci spaziali e temporali, attraverso l’Europa e attraverso il tempo, alla ricerca di una verità che la famiglia Minenti tiene ben nascosta sotto il tappeto. Il romanzo di Giulia Bracco, La Madre, il Maestro, Shakespeare e Dio (Caffèorchidea Editore, 2018), entra a pieno titolo nella classifica delle nuove uscite tutte da scoprire.

 

 

 

 

 

 

link immagini: 

https://www.sololibri.net/local/cache-vignettes/L252xH360/arton149193-2f1b0.jpg?1527506159

http://www.caffeorchidea.it/wp-content/uploads/2017/03/caffe_lamadre_header.pnghttp://www.caffeorchidea.it/wp-content/uploads/2017/03/caffe_lamadre_header.png

 

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.