Non si devono soffocare le passioni.

Domenica, 16 Settembre 2018 00:00
Laureen Laureen Laura Ammendola
  

La vita è fatta di passioni, alcune possono durare un momento, altre possono durare una vita, e sono proprio quest'ultime capaci di dominare una persona, di travolgerla, facendo passare tutto il resto in secondo ordine.

Purtroppo non è sempre facile assecondarle o perché vi sono responsabilità a cui non ci si può sottrarre o perché c'è qualcuno che lo impedisce.

 

Può capitare che a mettersi di traverso siano quei genitori che credono di sapere quale sia la strada che devono percorrere i loro figli e forse, in buona fede, si pongono come barriera ai sogni altrui.

Ma la verità è che ognuno deve camminare con le proprie gambe, deve essere artefice del proprio destino che può manifestarsi anche nei modi più strani.

 

Proprio ciò è capitato a Laura che, combattendo contro tutto e tutti, è riuscita a fare esplodere quel fuoco che da sempre le covava sotto la cenere.

 

 

Dopo molti tentennamenti, ha capito che la strada da percorrere era quella della musica e su quella via ha incentrato la sua vita.

Laura Ammendola (in arte Laureen) oggi è una cantante, songwritervocal coach, molto apprezzata.

 

 

Ha collaborato con diversi dj/producer tra cui Mario Bianco, Lino Di Meglio, Federico D’Alessio, Miguel Santiago, Don Rafaelo.

Il suo primo singolo "Everything (lift you up)" è stato pubblicato dall'etichetta Abicah SoulRecords di Chicago nel 2015 ed è ascoltabile sulle principali piattaforme digitali.

Dal vivo è invece possibile ascoltarla in molti locali campani e in estate nei vari villaggi turistici italiani. In un villaggio turistico l'abbiamo incontrata e, affascinati dalla sua voce, con lei ci siamo soffermati a parlare.

 

 

- Ciao Laura, ti va di presentati per MYGENERATION?

Mi chiamo Laura Ammendola, e mi esibisco con il nick “Laureen”. Sono nata a Napoli e lì vivo e lavoro. Canto in pubblico da circa 12 anni ed è un lavoro che faccio con passione.

- Se si sceglie la musica come professione, lo si fa per passione. Ci vuole coraggio per intraprendere questa strada? Vi sono ostacoli da affrontare?

Ci sono stati parecchi ostacoli. Fino a 24 anni frequentavo l'università, studiavo canto e ogni tanto mi esibivo nei locali. Non ero soddisfatta e quella situazione mi andava stretta, questa mia insoddisfazione mi portò a non fare niente per un anno, anno in cui mi rifiutavo di cantare, ma ciò mi faceva star molto male e quando finalmente capii che il mio malessere derivava dal fatto che non cantavo diedi pieno sfogo alla mia vera passione: la musica.

La mia famiglia inizialmente non fu felice che io abbandonassi gli studi in favore di un qualcosa che loro ritenevano un semplice hobby. Così se per gli studi mi avevano sempre sovvenzionato accadde che non vollero essere economicamente coinvolti in questa mia scelta. Pensavano con il loro atteggiamento di farmi demordere. Ma inconsapevolmente mi hanno aiutato in un altro modo perché hanno permesso che mi responsabilizzassi.

Ho lavorato, ho studiato musica e quando sono arrivati i primi risultati hanno capito che non stavo sbagliando e che la musica era la mia strada.

- Condizione ideale sarebbe quella di cantare accompagnata da almeno uno strumento, ma in queste serate estive utilizzi basi musicali. Non ritieni che ciò impedisca ad un cantante di imparare ad interagire con altri musicisti?

Fuori da questo contesto mi esibisco nei locali accompagnata da musicisti.

Lavoro tutti i giorni per feste, matrimoni, compleanni, ma il mio progetto musicale va in un'altra direzione. Scrivo brani che sono stati pubblicati, grazie alla collaborazione con ottimi produttori-dj, all'estero. Il mio genere è disco-house e, anche se non sono molto conosciuta, sono riuscita ad avere tante soddisfazioni. Pensa che il mio ultimo singolo è stato prodotto a New York.

 

 

Ringraziamo Laura per aver risposto a queste semplici domande e le auguriamo di percorre la sua strada non perdendo mai di vista la sua passione.

 

l'immagine è stata presa dal profilo FB di Laura Ammendola 

 

 

 

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.