Planet Manga: Platinum End, nuova opera dei maestri Oba e Obata

Lunedì, 03 Dicembre 2018 18:41
  

platinum end

Platinum End: Oba e Obata sono riusciti ad incassare un altro successo?

Se Death Note ha rappresentato una novità assoluta, un'opera talmente originale, da diventare un successo indicibile oltre i confini nipponici, Bakuman ha, dal suo canto, rappresentato la maturità.

Ci ha immersi con le sue tavole così comunicative nel mondo dorato e buio dei mangaka, i disegnatori di manga. Un fumetto inevitabilmente distante dalle sfaccettature dark e struggenti del suo importante predecessore. È intriso, bensì, di speranza, gioie, determinazione, amore, amicizia, sconforto e forza d'animo. Platinum End, l'ultima creatura dei Oba e Obata, fa una sorta di inversione di marcia.

 

Cosa distingue Platinum End da Death Note e Bakuman?

Una delle risposte possibili è certamente la disinibizione. Sin dal primo volume, i disegni del maestro Obata sono esplici e forti, senza filtri. Le immagini sono potenti e catapultano il lettore nella storia, riuscendo a far rivivere gli stati d'animo dei personaggi. Ma se da un lato abbiamo disegni molto espressivi, dall'altro abbiamo la penna tagliente di Tsugumi Oba, che immerge in un turbinio di stati d'animo a tratti lugubri e deprimenti, quasi asfissianti.

 

Platinum End è un manga deciso e discordante, rientra in quella categoria di opere che non si può imparare ad amare, o lo si fa da subito o non lo si farà mai.

 

Link all'immagine: http://www.mangeeka.com/voirActu/350/manga/kaze-devoile-la-couverture-francaise-de-platinum-end-un-succes-d-ores-et-deja-annonce/http://www.mangeeka.com/voirActu/350/manga/kaze-devoile-la-couverture-francaise-de-platinum-end-un-succes-d-ores-et-deja-annonce/

Vota questo articolo
(1 Vota)
Letto 34 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.