RadioImmaginaria: la radio degli adolescenti

Mercoledì, 09 Gennaio 2019 08:00
  

La radio ha sempre appassionato milioni di ascoltatori. Se qualcuno pensava che le nuove tecnologie l'avrebbero oscurata, ha sbagliato le previsioni. Infatti grazie al web non si è avuto un ridimensionamento del suo ruolo, ma un potenziamento del suo raggio d'azione, perché oggi, con l'avvento degli store digitali è più facile ascoltare, tramite app, la stazione preferita.
Su questo hanno puntato alcuni nativi digitali di Castel Guelfo creando, nel 2012, RadioImmaginaria. Castel Guelfo è un pesino minuscolo che non offre molto ai ragazzi per svagarsi, così, alcuni di loro, pensarono di mettere su una radio.


All'inizio erano molto impacciati nelle loro esposizioni, ma poi, pian piano, presero confidenza con il microfono e riuscirono nel loro intento: dare voce agli adolescenti.
Sì, perché RadioImmaginaria è un'antenna gestita dai giovani, dagli 11 ai 17 anni, per i giovani.
Il successo fu tale che si pensò di impiantare postazioni in altre regioni, ed oggi, dopo più di 6 anni, vi sono 300 speaker in Italia e in Europa. Una di queste postazioni, inaugurata il primo dicembre 2018, si trova alla Scugnizzeria di Scampia, dove una bella gioventù, addestrata da tutor venuti dalla casa madre, è pronta a farsi sentire. Per diventare speaker non c'è bisogno di provini, ma avere solo di tanta voglia di comunicare.


Lo scopo di RadioImmaginaria è quello favorire l'approccio relazionale tra adolescenti, di invitarli a parlare dei loro problemi e di tematiche sociali. Così parlano sia di cose stupide e banali, sia di musica e di serie TV, sia di temi importanti quali bullismo, lavoro, disagio e integrazione.
Da RadioImmaginaria viene trasmessa tanta musica, ma non basta perché si da spazio anche alle band emergenti e ai ragazzi che cantano, scrivono o recitano.
È un network, trasmesso su internet, dove i ragazzi più esperti vanno in diretta, mentre gli altri registrano un podcast che la sede madre si occupa di editare e poi pubblicare su speaker.com. E tutte le antenne si attengono ad un unico palinsesto, l'unica cosa che può cambiare è la lingua, poiché le trasmissioni possono essere anche in inglese, francese, spagnolo e albanese.

 

 

link della foto utilizzata:

http://www.giffonifilmfestival.it/news-giffoni-experience/item/3901-teen-parade,-a-radio-immaginaria-poletti-e-gubitosi-annunciano-l-evento-sul-lavoro.html

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.