WWW Happy Birthday to you

Martedì, 12 Marzo 2019 11:30
  

hbwww

 

Grande festa oggi al CERN dove in collaborazione con la World Wide Web Foundation si celebrano i 30 anni della nascita del Web. Il World Wide Web, venne alla luce a Ginevra nel marzo 1989, dentro i laboratori del più grande organo di ricerca sulla fisica delle particelle, ad opera di un giovanisimo informatico britannicoTim Berners-Leeil quale prospettò agli accademici del W3c (World wide Web Consortium) un protocollo di condivisione di dati e informazioni su Internet utilizzando collegamenti ipertestuali. 

La rivoluzione tecnologica di questa invenzione ha reso possibile l'accesso ad ogni tipo d' informazione a tutti gli utenti del pianeta, nel bene e nel male, e proprio a tal proposito il papà del WWW ha dichiarato: " Ha trent'anni ma è come se fosse un adolescente" il paragone sta nel fatto che gli adolescenti sono incontrollabili, imprevedibili, ed è difficile tenerli a freno, proprio per questo Sir Tim Berners-Lee, preoccupato per la piega non proprio confortante che stanno prendendo nella rete alcuni aspetti e dinamiche ,ha proposto ai governi, alle multinazionali, alle web company ma anche ai cittadini stessi una sorta di modello contrattuale per la rifondazione del Web, che attraverso linee guida ben precise porterebbero l' irruento adolescente a diventare un adulto maturo e responsabile. Facendo un tuffo nei ricordi quindi, e concentrandosi sul presente, si cerca di fare il punto, costruire così delle fondamenta solide che portino il web ad essere un luogo sicuro, pieno di possibilità e non una piattaforma in cui aleggiano minacce o pericoli. 

 

tim berners

 

Di altra levatura il parere della padrona di casa del Cern Fabiola Giannotti la quale dichara: "  I vantaggi superano di gran lunga gli aspetti negativi, la ricerca e la conoscenza non si possono fermare per la paura che qualcuno ne possa farne un uso sbagliato, E' nella natura umana voler capire e scoprire. Anzi noi oggi celebriamo la capacità della ricerca fondamentale di produrre innovazioni di cui beneficia tutta la società, il Cern è un luogo dove si fa ricerca, dove non ci viene chiesto di produrre qualcosa entro domani mattina.Certo, abbiamo delle scadenze, ma si lavora con grande libertà stimolando la creatività delle persone, senza pensare a un ritorno economico. Se il Web è nato qui ed ha avuto successo clamoroso nei trent’anni successivi è anche per l’ambiente particolare del nostro laboratorio:, Tim presentò il suo progetto nel 1989 e nel 1993 l’allora direttore generale del Cern Carlo Rubbia decise di aprire a tutti il protocollo http libero da copyright". 

 
Molti gli ospiti importanti  che ricordando e raccontando aneddoti si cedono il posto sul palco della sala conferenze al Cern, come ad esempio Robert Calliau, il quale ai tempi collaborò con Tim Berners-Lee allo sviluppo del protocollo o come Lou Montulli il papà dei cookies o ancora Domenico Vicinanza (il fisico musicista) che insieme ai colleghi di lavoro ha voluto intonare Happy Birthday to you seppur in una versione molto molto particolare infatti, il fisico ha tradotto in musica il codice originale di Berners- Lee presentato nel 1989 e in un video proiettato in sala, si ascolta questo tappeto musicale che accompagna immagini di grafici, codici, stringhe, schemi e rappresentazioni, dal titolo : " Information Management: a Proposal". 
Ovviamente l'armonia creata apposta per questo giorno è stata poi donata, in pieno stile 1989, a Berners-Lee ovvero incisa su musicassetta all'interno di un walkman. L'inventore mettendosi le cuffie ha accennatto qualche passo di danza e ha lasciato la sala.  un'uscita in grande stile per la festa di compleanno più famosa del web.
 
 
Fonte  ufficiale delle immagini : Cern
Ultima modifica il Martedì, 12 Marzo 2019 14:07
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 262 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.