15 marzo 2019, sciopero globale per il clima: riprendiamoci il futuro!

Giovedì, 14 Marzo 2019 20:56
  

Svezia, 20 agosto 2018, Greta Thunberg (nella foto di copertina) marina la scuola per manifestare contro l’indifferenza della classe politica dinanzi al problema del cambiamento climatico. Greta ha 16 anni e, da quel giorno, ogni venerdì non va a scuola per manifestare. La sua protesta diventa globale, prende il nome di Fridays For Future (#FFF) e grazie a lei si risvegliano i cuori di milioni di adolescenti in tutto il mondo, che ogni venerdì marinano la scuola per scendere in piazza. Bruxelles, Parigi, Londra, New York… le manifestazioni degli studenti si propagano a macchia d’olio e domani 15 marzo si uniranno in una manifestazione globale contro il terrificante avanzare del riscaldamento globale.

 

“La nostra casa sta bruciando” recitano gli striscioni della protesta.

“Dite di amare i vostri figli più di ogni cosa, invece gli state rubando il futuro” accusa Greta nel suo discorso a Katowice.

 

FFF

 

Pensate per un attimo alla vostra giornata tipo, a quanta plastica inutile viene ogni giorno usata e non riciclata. Pensate al caffè preso alla macchinetta in ufficio; alla merendina confezionata data ai vostri figli; agli assorbenti; alla confezione del sapone e del detersivo; al piatto che la sera non ci va di lavare e preferiamo sostituire con quello monouso. Pensate a quanti minuti più del necessario passiamo sotto la doccia calda; a quanti elettrodomestici lasciamo accesi anche quando non li usiamo: le tv sintonizzate per compagnia, i caricabatteria lasciati in corrente, pc in stand-by, le lavatrici con mezzo carico.

 

Siamo diventati degli inconsapevoli irresponsabili. Coccolati dai comfort della modernità che ormai fanno parte del nostro minimo necessario, senza mai pensare al fatto che neanche cinquant’anni fa si viveva dignitosamente senza avere sacchi di plastica per la spazzatura, pannolini monouso e ammorbidente per il bucato. Niente potrà cancellare i disastri ecologici combinati fino ad ora, ma si può tentare di tirare il freno. Le previsioni dei climatologi per un futuro prossimo, troppo prossimo, sono agghiaccianti… anche se il ghiaccio non è esattamente la metafora esatta per esprimere quello che accadrà: uragani devastanti, innalzamento del livello dei mari, estati caldissime e migrazioni di massa dalle aree del pianeta diventate invivibili. Quando? Tra mille anni? No. Queste previsioni si riferiscono solo al 2050, e c’è chi le definisce ottimistiche.

 

FFF 2

 

Se c’è un regalo che gli adulti possono fare ai loro figli, ai figli che avranno, ai nipoti, ai figli dei loro amici, è cercare di offrirgli un mondo in cui potranno vivere. Comprare alla spina, riciclare, aggiustare ciò che si rompe, comprare solo ciò che è necessario, evitare gli sprechi, informarsi e informare, scendere in piazza a farsi sentire perché questo movimento arrivi a quante più persone possibile sono i primi indispensabili passi per iniziare a fare la differenza.

 

Domani 15 marzo anche nelle città italiane si manifesterà contro il riscaldamento globale, ci saranno incontri, laboratori e sarà l’occasione per farsi travolgere dalla più ecologica delle energie: quella dei ragazzi dei #fridaysforfuture.

 

 

 A Napoli la manifestazione per il clima partirà in Piazza Garibaldi alle ore 9 e il corteo percorrerà la città fino a Piazza del Plebiscito.

 

 

 

 

 

 

link immagini:

https://blog.ecosia.org/content/images/2019/03/ecosia-joins-climate-strike-march-fridays-for-the-future-greta-thunberg-8.jpg

 

https://lk.shbcdn.com/blobs/variants/d/4/c/f/d4cfec05-15d4-4c03-b9ef-a0c9339e082b_large.jpg?_636798462260125704

https://images.wired.it/wp-content/uploads/2019/02/21193458/1550770497_Friday-for-Future.jpg

 

 

Ultima modifica il Giovedì, 14 Marzo 2019 21:45
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 285 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.