Lo spietato: la criminalità italiana di Netflix non convince...

Lunedì, 13 Maggio 2019 07:53
  

Non esiste solo Pablo Escobar.

Negli ultimi tempi il cinema e la tv di tutto il mondo non possono resistere al fascino della vita criminale e, infatti, non si contano gli adattamenti per il piccolo e grande schermo della vita di Pablo Escobar e company.

L’Italia non poteva tirarsi indietro ed ecco che lo scorso 19 aprile è stato aggiunto al catalogo Netflix il film Lo spietato.
Diretto da Renato De Maria e tratto dal libro Gangster calibro 9 di Pietro Colaprico, il film ripercorre l’ascesa nel mondo della criminalità compiuta da Saverio Morabito, nel film chiamato Santo Russo e interpretato da un validissimo Riccardo Scamarcio.

Il film inizia col mostrare la problematica giovinezza del protagonista, trasferitosi da una povera e mafiosa Calabria nella periferia di una Milano snob e dura con gli immigrati meridionali, ma ricca di opportunità, non sempre pulite. Qui Santo/Saverio non riesce ad imporsi in modo onesto, ma solo collaborando con la criminalità. Segue poi un’escalation di violenza e illegalità, che porteranno il protagonista ad occuparsi di rapimenti e sequestri, ma anche di subappalti, droga e raggiri automobilistici.

Nonostante l’abilità di Scamarcio e del resto del cast, il film è penalizzato dalla totale assenza di approfondimento psicologico. Ciò rende la pellicola una sorta di elenco di fatti, senza che questi vengano motivati, esplicati e dunque valorizzati. Risulta impossibile la “conquista” emotiva dello spettatore.

Vedremo cosa ci riserverà il futuro, dato che – purtroppo – di simili personaggi loschi l’Italia è piena.




Link alla foto: https://www.smartworld.it/streaming/recensione-lo-spietato-netflix.html

Vota questo articolo
(1 Vota)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.