Stampa questa pagina

The Real Housewives di Napoli: quando il trash si fa orrore

Sabato, 25 Gennaio 2020 09:40
The Real Housewives di Napoli: quando il trash si fa orrore
  

Ammettiamolo: un po’ di trash piace a tutti. Inutile negarlo. Si può non essere adepti di Maria (quasi non serve dire il cognome) De Filippi o fan del Castello delle Cerimonie, ma un pizzico di trash c’è sicuramente nella vita di tutti oggi giorno.
Ed è per questo che chi vi parla ha pensato bene di dare almeno un’occhiata al nuovo show di Real Time (canale 160 di Sky): The Real Housewives di Napoli.

Il programma – in onda il venerdì alle 22.20 – ruota intorno alla vita di sei donne facoltose, residenti nel napoletano (una, infatti, abita a Torre del Greco) e decise a godersi la bella vita.
Fin qui, direte voi, tutto ok, sembra anche interessante. Il risultato, tuttavia, non convince, ma anzi delude ampiamente lo spettatore.
Il primo episodio, benché sia di mera presentazione delle protagoniste e quindi privo di una vera e propria trama o vicenda, non giunge al risultato di avere lo spettatore affezionato alle housewives e neppure interessato a vedere qualche sviluppo.

Il problema risiede proprio nelle protagoniste stesse, che appaiono non solo superficiali e frivole (cosa che per il trash va bene) ma anche terribilmente snob e alienate dalla realtà, rendendosi inoltre portatrici di messaggi negativi: oltre all’insistenza sulla necessità e sulla correttezza del ricorrere già intorno ai 18 anni alla chirurgia estetica, si pensi al fatto che alcune delle protagoniste affermino che gli unici quartieri frequentabili a Napoli sono quelli di Chiaia e Posillipo, in quanto gli unici con la “gente giusta e per bene”, mentre tutti gli altri non sono che periferie (come se ci fosse qualcosa di negativo nel vivere in periferia).

L’obiettivo del trash non è denigrare qualcuno o qualcosa. Si potrebbe anzi dire che il trash, nascendo come esigenza di dar voce e spazio ad individui spesso relegati ai margini della società, in modo buffo e leggero, rivela in realtà un cuore profondamente democratico. I protagonisti di programmi quali Uomini&Donne o Il Castello delle Cerimonie, per quanto non acculturati o non propriamente fini, sono persone che vivono una determinata realtà e che quest’ultima mostrano in televisione. Hanno, dunque, la genuinità e la spontaneità che manca alle Real Housewives di Napoli.




Link alla foto: https://it.dplay.com/realtime/real-housewives-di-napoli/

Vota questo articolo
(1 Vota)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn

Ultimi da Annachiara Giordano

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.