Dantedì: il Sommo nella cultura pop/nerd

Mercoledì, 25 Marzo 2020 13:04
  

Il dilemma del giorno: quale verso può al meglio omaggiare Dante Alighieri, il Sommo Poeta, padre della lingua italiana (pur tuttavia non l’unico)? Oggi, infatti, si celebra per la prima volta il Dantedì, la giornata nazionale dedicata all’autore italiano più famoso al mondo. L’iniziativa anticipa le commemorazioni che avverranno l’anno prossimo, il 2021, in cui ricorreerà il settecentesimo anniversario della morte di Dante.
Perché proprio oggi? Secondo alcuni studiosi il viaggio intrapreso dal poeta nella sua opera più nota, la Commedia [sapevate che l’aggettivo ‘divina’ si deve a Boccaccio, grandissimo fan dell’Alighieri?], sarebbe iniziato proprio il 25 marzo 1300.

Nell’impossibilità di scegliere un verso della vastissima produzione dantesca, scegliamo oggi di omaggiare il Sommo con le sue “apparizioni” nella cultura pop/nerd.

L’Alighieri è un po’ ovunque nel mondo: è nelle nostre mani tutti i giorni, inciso sulla moneta da due euro; è a New York, con una statua nel Dante Park; è nel cuore di Buenos Aires, in un monumento scultoreo con Giotto e San Francesco; con una statua dal 2011 è anche a Ningbo (Cina).

È nelle librerie, non solo con le versioni classiche, ma anche con quelle illustrate (da Gustave Doré e da molti altri) e con tantissimi testi e romanzi ispirati alle sue opere: uno su tutti, Dante’s Inferno, scritto da Dan Brown, pubblicato nel 2013 e trasporto nell’omonimo film diretto da Ron Howard con Tom Hanks del 2016.
Anche molti altri film risentono dell’influenza dantesca: in Seven (1995, David Fincher) il serial killer compie i suoi omicidi seguendo i sette peccati capitali delineati da Dante, mentre in Hannibal (2001) vi è l’interpretazione del suicidio di Pier della Vigna.

È negli scaffali dedicati ai fumetti: come quelli realizzati da Marcello Toninelli o dal nipponico Go Nagai o nelle versioni Disney quali L’Inferno di Topolino (5 numeri usciti tra l’ottobre 1949 e il marzo 1950) e L’Inferno di Paperino (1987).

È nelle nostre console, in due videogiochi: liberamente ispirato, in Dante’s Inferno (2010) vediamo un Dante crociato che percorre il regno ultraterreno facendo strage di eretici, condannando se stesso all’Inferno, ma riuscendo infine a sconfiggere la morte e a salvare Beatrice da Lucifero; vi è poi Devil May Cry (2001), un videogioco d’azione in cui Dante, un ibrido uomo-demone, ha per compagna Trish (diminutivo di Beatrish), per fratello Vergil (Virgilio) e per nemico Mundus (Satana).

Insomma, ce n’è per tutti i gusti!




Link alla foto: https://www.sangiovannirotondonet.it/dantedi-la-giornata-dedicata-al-sommo-poeta-si-celebra-sui-social/

Vota questo articolo
(0 Voti)
Annachiara Giordano

Studentessa di Lettere moderne e aspirante giornalista, sono appassionata di letteratura e viaggi, cinema e telefilm, insomma di tutto ciò che possa stimolare fantasia e immaginazione. 

Sito web: https://www.facebook.com/annachiara.giordano1?ref=tn_tnmn
Altro in questa categoria: « Dietro le sbarre dell'ignoranza

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.