Shockdom, Zarax2: il debutto dell'autrice italiana Talita

Venerdì, 09 Ottobre 2020 10:37
Shockdom, Zarax2: il debutto dell'autrice italiana Talita https://it-it.facebook.com/ShockdomSrl/photos/a.145780738846496/2734246589999885/?type=3&theater
  

Non molti mesi fa la casa editrice Shockdom ha pubblicato un fumetto made in Italy, ZaraX2,opera di esordio di Talita Riberi, giovanissima autrice che ha studiato alla Accademia Europea di Manga. È il primo volume di quella che vuole essere una serie di più volumi per il marchio Kasaobake, acquisito dalla Shockdom nel 2019. La storia ha per ambientazione uno scenario apocalittico, che attinge molto dalla realtà del momento storico che stiamo vivendo.

 

zarax2

ZaraX2 inscena non solo un’epidemia di enormi proporzioni, ma vede l’Italia come epicentro e racconta di una nazione interamente isolata dal resto del mondo a causa di un lockdown serrato. Il virus, diverso dal covid-19, si diffonde attraverso un morso o ingerendo sangue infetto.

È molto interessante vedere come Talita ha messo in risalto nella storia le conseguenze sociali di questa pandemia, come le reazioni dei paesi stranieri alla diffusione del virus in Italia e le dinamiche del potere e della sopravvivenza in una nazione che è completamente isolata dal resto del mondo. 

 

Anche se si tratta della sua prima opera, Talita ha puntato su un fumetto shonen dal concept molto articolato, che può essere un’arma a doppio taglio se non gestita al meglio per non cadere in qualche cliché.

 

 

Link alle immagini: https://it-it.facebook.com/ShockdomSrl/photos/a.145780738846496/2734246589999885/?type=3&theater  -  https://fumetti.badtaste.it/2020/03/zarax2-shockdom-presenta-litalia-in-quarantena-ma-con-gli-zombi-di-talita-riberi/282830/

Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 10 volte

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.