Il misterioso fascino della nuova serie Netflix: Il caos dopo di te

Sabato, 19 Dicembre 2020 11:14
  

Netflix conclude questo anno regalandoci un ultimo prodotto spagnolo: Il caos dopo di te, titolo italiano di El desorden che dejas. La nuova avvincente miniserie sta spopolando su Netflix e in solo una settimana è già nella top10 della piattaforma. Questa comprende otto puntate ricche di suspense, che prendono spunto dall’omonimo romanzo di Carlos Montero, la stessa mente che ha prodotto anche il teen drama di successo Elite. Queste due serie hanno in comune l’ideatore, l'ambiente scolastico e la partecipazione del tanto amato Aròn Piper, ma in realtà differiscono per tutto il resto, giungendo ne Il caos dopo di te ad una notevole maturazione e introspezione psicologica. Il thriller in questione è drammatico ed emozionante, tiene col fiato sospeso e gioca con i flashback inchiodando lo spettatore avanti allo schermo, mentre cerca di capire chi è il colpevole di una morte sospetta.

Questo piccolo gioiello di narrazione, è strutturato sul fascino e l’inquietudine di due linee temporali diverse, che vedono il sovrapporsi delle vicende vissute da Raquel nel presente (Inma Cuesta) e da Viruca nel passato (Barbara Lennie), due vite che si intrecciano tanto da sovrapporsi. La storia è ambientata in un paesino della Galizia dove Raquel, insegnante di letteratura spagnola, accetta un ruolo di supplente. In realtà all’istituto Novariz una notizia inaspettata le dà il benvenuto: sarà la sostituta di Viruca, una giovane insegnante che tre settimane prima si è tolta la vita…o almeno così si crede. In effetti i conti non tornano e Raquel, interessandosi a colei che l’ha preceduta, scopre i fatti salienti della sua vita e, soprattutto, conosce coloro che la circondavano; in particolare Iago (Aròn Piper), uno studente che aveva perso la testa per lei e che condurrà Raquel sulla pista per scoprire cosa c’è dietro questa misteriosa sparizione. Gli eventi e i problemi ben analizzati sembrano però concludersi rapidamente verso l’ultimo episodio, che forse sarebbe potuto essere più dettagliato.


La storia è costellata di avvenimenti inaspettati, ma in realtà è proprio l’ossessione di Raquel che manda avanti l’avvincente racconto. La donna infatti, prima ancora di riuscire a capire se stessa, si ostina a voler comprendere la vita di Viruca che non ha mai conosciuto, come se questo potesse aiutarla a far chiarezza sui propri avvenimenti personali, senza affrontarli direttamente. In effetti dentro tutti noi si combatte sempre una battaglia con la quale molte volte è doloroso avere a che fare e che risulta difficile da raccontare. Per questo, quando ci rendiamo conto che qualcosa non va, siamo spaventati perché ci accorgiamo di correre il rischio di non uscire indenni, affacciandoci in un abisso dal quale non sempre sappiamo uscire. Dopo tutto, chiunque ha un po’ di caos e di disordine nella propria vita, c’è sempre una parte di noi che non ci piace e che vogliamo cercare di nascondere sotto il tappeto come i protagonisti di questa serie. Ma cos’è il disordine? E’ qualcosa di umano che ci accomuna tutti e in fondo un po’ di esso è inevitabile.




Link alla foto: https://indiehoy.com/wp-content/uploads/2020/12/el-desorden-que-dejas-netflix.jpg

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.