Stampa questa pagina

Nel 2021 le auto di F1 tornano sul Santerno

Giovedì, 14 Gennaio 2021 00:00
Nel 2021 le auto di F1 tornano sul Santerno
  

Lo strano mondiale 2020 di F1 si è chiuso da poco ed il prossimo dovrebbe iniziare, a meno di altri intoppi, tra circa 90 giorni a Sakhir, in Bahrain. E poiché il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi l’appuntamento di Melbourne, che da qualche anno apre il campionato, per il Covid-19, è stato spostato, per garantire agli sponsor e agli appassionati il format di 23 gare, quasi a fine campionato. Speriamo che il calendario delle gare non subisca altre variazioni in corso d’opera.

calendario

 

 

Quest’anno il campionato sarà più corposo per volere dei team che vogliono recupere le perdite dello scorso anno, così rientra dalla finestra nuovamente in gioco il circuito Enzo e Dino Ferrari che nel 2020 fu inserito come Jolly.

Speriamo che diventi un appuntamento fisso, proprio come quando in passato il tracciato imolese ospitava il Gran Premio di San Marino, tanto apprezzato sia dagli appassionati che dai piloti. Ayrton Senna lo ha sempre citato tra i suoi circuiti preferiti e beffardamente proprio su questa pista ha perso la vita alla curva del Tamburello.

 

Monumento ad Ayrton Senna - Parco delle Acque Minerali di Imola

 

La nuova generazione di piloti avendo potuto assaggiare il circuito del Santerno ha sperato di ritornare su questa pista che ha conservato, nonostante alcune modifiche, la sua autenticità, caratterizzata da saliscendi, curve vere e chicane che servono solo a rallentare le auto e non a far comparire meglio gli sponsor sugli schermi della TV, come accade nei tilkodromi moderni.

 

La pista agli spettatori piace tanto anche se in gara non avvengono sorpassi à gogo, come vuole adesso il nuovo sport entertainment, ma perché i duelli tra le macchine innescano, ad ogni giro, emozioni non indifferenti. Infatti i piloti, su questo circuito, quando decidono di effettuare un sorpasso non devono aspettare il solito lungo rettilineo per attivare poi il noiosissimo DRS, ma cercano di indurre in errore i loro avversari.

 

Proprio in questo si intravede il manico del pilota che dalla sua non deve avere solo un’auto veloce, ma abilità, destrezza e, come si dice a Napoli, cazzimma.

Questo genere di spettacolo è poco televisivo poiché non ci sono continui sorpassi, e forse sarà questo il motivo per cui Imola è stata abbandonata dal 2007.

 

Ci voleva purtroppo il Covid per far risorgere questo circuito e speriamo che il nuovo Management di Liberty Media dia più spazio a piste con caratteristiche vere piuttosto che layout studiati al computer che fanno contenti soprattutto sponsor e TV.   

 

 

Link alle foto:

 

http://www.autodromoimola.it/20-03-20-il-ponte-del-circuito/http://www.autodromoimola.it/20-03-20-il-ponte-del-circuito/

https://www.facebook.com/McLaren.Racing/photos/a.134005641412/10158866153866413/

https://it.wikipedia.org/wiki/File:Monumento_ad_Ayrton_Senna_-_Parco_delle_Acque_Minerali_di_Imola.jpg

 

Vota questo articolo
(0 Voti)

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.