Gloria e declino di Peter Frampton

Lunedì, 05 Aprile 2021 08:30
Peter Frampton Peter Frampton
  

Ciclicamente, riviste musicali specializzate stilano classifiche sui migliori musicisti, sui migliori testi, migliori musiche e tanto altro ancora, ma non indicano mai quali sono stati i criteri di valutazione. In questo modo si scatenano dentro e fuori il web infinite polemiche.

Noi di MyGeneration non diamo adito a malumori perché non facciamo classifiche, ma preferiamo presentare, ogni mese, un cantante sconosciuto soprattutto alle nuove generazioni affinché possano apprezzare, oltre al rap/trap, altri generi musicali.

 

Il mese di aprile è dedicato ad uno dei migliori chitarristi di sempre: Peter Frampton.

Peter Frampton, classe 1950, iniziò ad interessarsi alla musica sin da giovanissimo e il suo talento gli consentì di inserirsi facilmente in varie band locali di Beckenham, sua città natale.

Divenne noto nell’ambiente discografico a 16 anni, quando si unì al gruppo britannico dei The Herd, gruppo che non riuscì mai ad imporsi sul mercato e per di più gli venne cancellato il contratto con l’etichetta Parlophone.

 

Con l’amico Steve Marriott, ex cantante degli Small Faces, Frampton si gettò in una nuova avventura che portò alla nascita degli Humble Pie che includeva anche la presenza di del bassista Greg Ridley e del batterista Jerry Shirley.

Ma anche questa avventura durò poco perché le sonorità della band si spostarono fortemente verso l’heavy metal, genere musicale che a lui non piaceva perché ben poco si confaceva al suo modo di intendere la musica.

 

Decise quindi di lanciarsi in una carriera solista che finalmente, a metà degli anni ‘70, gli diede ricche soddisfazioni, prima con i singoli Baby I love Your Way, Show Me The Way e Do You Feel Like We Do e poi con l’album dal vivo “Frampton Comes Alive!” che lo consacrò definitivamente nell’olimpo del rock, con 8 milioni di copie vendute solo negli USA. Purtroppo il culmine della sua carriera segnò anche il suo declino, poiché dopo questo enorme successo, negli anni a venire i suoi nuovi album non riuscirono mai ad eguagliare il successo del passato.

 

link all'immagine: https://www.facebook.com/7172686185/photos/pb.100044337700723.-2207520000../10157814138776186/?type=3

Vota questo articolo
(0 Voti)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.