Abbey Road: il nuovo documentario che racconta la magia degli Studios di Londra

Mercoledì, 11 Gennaio 2023 22:21
  

A settembre dello scorso anno avevamo anticipato, sulle pagine del nostro giornale, l’arrivo, verso la fine del 2022 del documentario celebrativo “If these walls could sing” sugli studi di registrazione di Abbey Road, diretto e prodotto da Mary McCartney, figlia del beatle Paul, sulla piattaforma Disney +.
Di solito sono i cinema, i teatri, musei, posti in cui si celebra la cultura contemporanea e raramente le cantine, le arene e gli studi di registrazione vengano ritenuti luoghi di cultura. Invero c’è la necessita di proteggere e valorizzare i siti che hanno contribuito e contribuiscono a raccontare la musica come storia sociale, poiché essa non è solo “ritmo e melodia”, ma descrive i cambiamenti della società.
Alcune città hanno messo in luce questi posti. Montreux, in Svizzera, grazie ai Queen, è diventata una meta turistica; a Harlem, New York, in qualunque chiesa evangelica si può assistere a un concerto gospel; a Parigi, nel cimitero di Père-Lachaise, tantissimi fans si fanno fotografare davanti alla tomba di Jim Morrison; a Liverpool le case d’infanzia di John Lennon e Paul McCartney fungono da museo e il celebre “Cavern club” continua ad operare come sala da concerto grazie all’enorme flusso di visitatori durante l’anno. Così nel resto del mondo si offrono anche itinerari di pellegrinaggio, non certo religioso, a persone interessate a visitare le storiche residenze dei loro beniamini.
A Londra questo tipo di pellegrinaggio si fa in molti punti della capitale, ma quello caratteristico si compie facendosi immortalare sulle fatidiche strisce pedonali di Abbey Road, con il poco entusiasmo degli automobilisti locali costretti a fermarsi senza sapere quando scatterà il verde.
Tutto questo amore, da parte dei fans e degli addetti ai lavori, è confluito nel documentario di Mary McCartney, un lungometraggio rivolto non soltanto agli appassionati e agli addetti ai lavori, ma soprattutto a quel pubblico che si è sempre chiesto cosa c’è dietro a un disco.
Il compito più arduo, per chi si è messo dietro alla macchina da presa, è stato quello di raccontare la storia di un luogo che andasse al di là di quella dei Fab Four.
In linea generale “If these walls can sing” ha raggiunto l’obiettivo.
In quelle sale le prime registrazioni, perlopiù di musica classica, risalgono a più di 90 fa, quando i vinili venivano prodotti con la cera. La prima di essa, avvenuta nello “studio 1”, risale al 1931 ad opera di Edward Elgar con la London Simphony Orchestra. Successivamente quando sono nate le prime etichette, tra cui la Parlophone, lo studio in St. John Wood si è specializzato nella registrazione della musica pop e da quel momento gli studi della EMI Records sono diventati popolari soprattutto per ospitare artisti del calibro di Cliff Richard, Cilla Black e naturalmente i Beatles.
Nel documentario molti artisti hanno voluto trasmettere il loro senso di appartenenza a queste mura, così oltre a papà Paul e zio Ringo, sono stati intervistati Elton John, Jimmy Page, i fratelli Gallagher, Roger Waters e Dave Gilmour, personalità che negli ultimi 50 anni hanno registrato lì. In molti hanno sottolineato l’immensa disponibilità del personale, diversamente da altri studi discografici, che si dedicava e si dedica totalmente a soddisfare le necessità dei musicisti.
Negli anni ’80 anche le case cinematografiche hanno approfittato dei servigi di questi studios londinesi registrando ad esempio le colonne sonore di Indiana Jones e proprio John Willams ha esaltato, davanti alla telecamera, l’unicità sonora dello “Studio 1”.
Tuttavia, si sarebbe potuto approfondire ancor di più la tematica delle tecniche di registrazione usate nel corso degli anni, degli ingegneri del suono, sia quelli odierni che quelli precedenti, come Norman Smith e Geoff Emerick. Altresì, come ulteriore aggiunta, le impressioni di Alan Parson, tutt’oggi vivente, che proprio con “Dark side of the moon” ha ricevuto, come tecnico del suono, una nomination ai Grammy Award.

 

Link immagine copertina:

https://www.google.com/url?sa=i&url=https%3A%2F%2Fwww.disneyplus.com%2Fit-it%2Fmovies%2Fif-these-walls-could-sing%2F6qV9r0UnbXdm&psig=AOvVaw3JfBluwMZl0IIn84kgqkcS&ust=1673455946682000&source=images&cd=vfe&ved=0CA0QjRxqFwoTCKDbia67vfwCFQAAAAAdAAAAABAZ

Ultima modifica il Giovedì, 12 Gennaio 2023 14:16
Vota questo articolo
(0 Voti)
Letto 31 volte
Fabio

Laureato in Scienze Politiche presso l'Orientale di Napoli.
Impegnato nel sociale e costantemente alla ricerca della verità.

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.