Nerd zone

Nerd zone (1004)

Esistono momenti talmente importanti che cambiano la nostra percezione del passato e del futuro, che inevitabilmente ci spingono a porci delle domande e ad osservare ciò che ci circonda con occhi nuovi, costituendo di fatto degli spartiacque tra ciò che c'era prima e ciò che ci sarà dopo. Tali avvenimenti…

“La fine di One Piece è molto vicina” così Eiichiro Oda ha scioccato i fan di tutto il mondo a gennaio di quest’anno. Già in passato il sensei ha rilasciato diverse dichiarazioni sulla presunta fine del manga, lasciando tutti con il fiato sul collo.

one pice 1

 

Anche se il suo editor, Takuma Naito, non sembra esserne tanto convinto, infatti in un’intervista ha dichiarato:"Ho pensato tra me e me: ma perché tutti gli hanno creduto? Non c'è modo di chiudere One Piece in 5 anni!Non è che vogliamo per forza trascinare la storia, ma le trame a venire sono talmente dense, abbiamo ancora così tanto da fare che non ce la faremo mai in 5 anni. In questo momento abbiamo appena concluso il secondo atto di Wano Country, il che vuol dire che ci stiamo avvicinando al punto nodale di One Piece, ecco perché questo arco è così importante".

 

one piece 2

 

Oda nel 2016 aveva dichiarato che l’opera era arrivata al 65%, un anno fa era arrivata al 80%, ora in una recente intervista ha annunciato che ha intenzione di concludere entro cinque anni e non oltre, la notizia è rimbalzata in ogni angolo del mondo scatenando tutti i fans.

Cinque anni potrebbero essere giusti per poter chiudere un arco narrativo nel miglior modo possibile dando una degna conclusione ad un manga che dal 1997 ad oggi ha registrato solo successi e record da capogiro. 

Non resta che aspettare e vedere se riuscirà nell’impresa o meno!

one piece 3

 

Link alle immagini: https://anime.everyeye.it/notizie/one-piece-uscita-anticipata-capitolo-941-manga-torna-meta-maggio-374443.html  -  https://kissmanga.com/Manga/One-Piece/Chapter-906--The-Holy-Land-Mary-Geoise?id=422953  -  https://www.readmangaonline.org/manga/one-piece/912/9  -  https://www.viz.com/shonenjump/chapters/one-piece

La strana avventura di Leo ortolani, “Due figlie e altri animali feroci”, in realtà non è un’opera inedita, come qualcuno poco esperto potrebbe pensare, ma bensì un racconto che è stato già pubblicato nel 2011 dalla  casa editrice Sperling & Kupfer.

Il libro non è stato ristampato e pertanto è stato molto difficile trovarlo in commercio, finché la Bao Publishing, che già collabora con Ortolani, ha deciso di mandare in stampa il libro.

due figlie 1

 

Ogni pagina è intrisa dell’umorismo pungente e del sarcasmo a cui Ortolani ci ha sempre abituati e che ormai sono il suo tratto distintivo per eccellenza. Non è il classico graphic novel, ma di un racconto intenso scandito da qualche disegno di tanto in tanto. Quest’avventura inizia nel 2010, quando l’autore e sua moglie hanno deciso di affrontare il calvario dell’adozione internazionale, volando per la prima volta a Calì dove hanno conosciute Lucy Maria e Johanna, due bambine di 3 e 4 anni.

Due figlie e altri animali feroci è un’opera in cui l’autore si mette completamente a nudo raccontando, eviscerando, quest’esperienza che gli ha stravolto completamente la vita. Le pagine sono “impregnate” dalla sua ansia dovuta soprattutto alla sua incapacità iniziale di comunicare con le sue figlie, dato che non sapeva parlare spagnolo e dalla stanchezza fisica, perché Lucy Maria e Johanna sono due uragani!

 

In un’intervista Ortolani ha detto: “Mi secca, pensare che queste bimbe abbiano già fatto delle cose e io non c’ero. Sono geloso di questo loro passato che non conosco. Di chi le ha viste nascere, di chi ha guidato i loro primi passi, di chi ha sentito le loro prime parole… Non mi starò mica innamorando, eh?! Se mi innamoro…è finita.”

Questa nuova versione dell’opera si è arricchita di 50 pagine a fumetti inedite rispetto alla precedente, che tuttavia non sono collegate alla trama principale, quasi come se abbia voluto riempire il volume e renderlo forse più appetibile per il pubblico.

 

due figlie 3 

 

Link alle immagini: https://anime.everyeye.it/articoli/first-look-due-figlie-e-altri-animali-feroci-15211.html  -  https://leortola.wordpress.com/2012/10/24/post-celere/  -   -  https://leortola.wordpress.com/category/due-figlie-e-altri-animali-feroci/

Era il 1990 quando l’NBA ha fatto conoscere al mondo giocatori di basket che hanno fatto la storia di questo sport, per citarne alcuni, Michael Jordan, Shaquille O’Neal, Larry Bird. Era sempre il 1990 quando in Giappone Takehiko Inoue  pubblica sulla rivista Weekly Shonen Jump le prime pagine di Slam Dunk, uno dei fumetti più apprezzati ancora oggi dopo 30 anni.

 

slam dunk 1

 

Oggi 12 settembre esce in tutte le fumetterie Slam Dunk: Restayled Edition Slam Dunk: Restayled Edition , in una nuova versione rivista e corretta rispetto all’originale, conterà da 20 volumi e non 31 come la prima edizione ed avranno della copertine nuove di zecca e nuove traduzioni (come ogni nuova edizione che si rispetti).

Slam Dunk è una pietra miliare nel mondo dei fumetti perché è stato tra i primi a mettere in risalto il problema del bullismo, ancora molto attuale, e l’isolamento adolescenziale che ne consegue. Ha portato alla ribalta un nuovo modo di raccontare uno sport, stravolgendo i registri a cui ci si era abituati fino ad allora e influenzando anche altri sensei a fare lo stesso, dando vita a veri capolavori come ad esempio Holly & Benji.

 

slam dunk 2

 

Non sono in molti a sapere che il sensei Inoue scelse di raccontare una storia incentrata sul basket andando in conflitto con il suo editore, che gli aveva sconsigliato in modo categorico di farlo. Lo fece tra l’altro per uno dei motivi più banali: al liceo usò il basket per conquistare le ragazze. Non è un caso se ci sono molte somiglianze con l’incipit del manga?

 

 

 

Link alle immagini: http://comics.panini.it/notizie/articolo/slam-dunk/http://comics.panini.it/notizie/articolo/slam-dunk/  -  https://anime.everyeye.it/articoli/speciale-slam-dunk-basket-come-maestro-manga-takehiko-inoue-45298.html  -  https://en.wikipedia.org/wiki/Slam_Dunk_(manga)

22 settembre 1994. Venticinque anni fa. Tanto tempo. Ma ciò che merita davvero riesce a resistere al passare del tempo. Allora la serie tv Friends merita davvero! Esattamente venticinque anni fa oggi veniva trasmessa la prima puntata della prima stagione. Per la prima volta vedevamo una giovane Jennifer Aniston aka…
Alla fine del 2018 pubblicammo un articolo sull’operato del governo (fai clic qui per leggerlo), e speravamo di riuscire a fare lo stesso anche per il 2019, un anno che si prospettava davvero meraviglioso! Tuttavia il destino, cinico e baro, ha voluto che l’esperienza di questo esecutivo (che senz’altro passerà…
“Non vado in cerca di guai. Di solito sono i guai che trovano me.” Lo diceva Harry Potter. Eppure potrebbe benissimo essere una frase di Veronica Mars. Vi ricordate della giovane liceale che nel tempo libero si dilettava a fare l’investigatrice privata? Beh, è tornata. Ancora una volta. La serie,…
Un tempo la storia si studiava sui libri. Ora numerosissime serie tv sono di argomento storico, al punto che tra non molto, forse, la materia si studierà a suon di episodi! Il che non sarebbe poi così male… Ad esempio, oggi potremmo andare tutti in Russia per capire come sia…
Era attesissima e finalmente lo scorso 4 luglio la terza stagione di Stranger Things è sbarcata su Netflix. Ritornano, dunque, i ragazzini più furbi di Hawkins – Mike (Finn Wolfhard), Dustin (Gaten Matarazzo), Will (Noah Schnapp), Lucas (Caleb McLaughlin), Undici (Millie Bobby Brown) e Max(ine) (Sadie Sink) – insieme anche…
26 aprile 1986. Una data che non deve essere dimenticata. Si tratta del giorno in cui il reattore Rbmk-1000 del blocco 4 della centrale elettronucleare Vladimir Il’ic Lenin di Chernobyl, in Ucraina, esplose. Il più grave incidente verificatosi in una centrale nucleare. L’esplosione del nocciolo portò alla diffusione di una…

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.