Addio (?), Katherine!

Giovedì, 13 Marzo 2014 00:00
  

La puntata che molti attendevano è finalmente arrivata.
Il quindicesimo episodio della quinta serie ha privato The Vampire Diaries di uno dei suoi personaggi più importanti, colei che agendo in modo egoista e sconsiderato ha messo in moto l'intera saga: Katherine Pierce, nata Katerina Petrova, è morta o, almeno, così pare.
Il suo volto non scomparirà di sicuro. Nina Dobrev è anche Elena Gilbert, protagonista e doppelgänger* della Petrova, quindi la sua figura sottile, il viso dolce e i lunghi capelli castani non spariranno dai nostri schermi. Giovedì sera ci ha lasciati solo la maestra dell'intrigo dal carattere d'acciaio, forgiato da cinquecento anni di solitudine trascorsi scappando e nascondendosi dagli Originali, soprattutto da Klaus.

 

Perché la sua dipartita mi rende così felice?
Semplice. Molti fans già chiedono la reintroduzione del personaggio con un escamotage narrativo - nel fantasy si fa sempre in tempo a far resuscitare questo e quello – considerandola l'unica, vera cattiva della serie. È vero, forse lei è l'unica a non aver mai tradito la propria natura, ma contrariamente a Klaus e Silas, Katherine era una cattiva senza spessore.
Ammetto di avere nei suoi confronti un pregiudizio: non l'ho sopportata dalla sua prima apparizione. Klaus è cattivo, ma ha dei momenti che lasciano sperare in una redenzione e comunque l'ambizione al potere assoluto in qualche modo "giustifica" le sue azioni. Silas è più malvagio e più potente di Klaus, ma come lui agisce giudato da un proposito comprensibile, ovvero riunirsi al suo eterno amore (e no, nel suo caso non è un modo di dire).
Katherine pensa solo ed esclusivamente a se stessa: non forma vere relazioni, sfrutta, tradisce, umilia chi la circonda per il semplice gusto di farlo. Fu lei a trasformare in vampiri i fratelli Salvatore, eppure non esitò un istante nel sacrificarli per salvarsi. L'amore che dice di provare per Stefan e per la figlia Nadia impallidisce di fronte a quello che ogni giorno dimostra alla persona che vede nello specchio.
Come dice lei stessa, "Io sono Katherine. Io sopravvivo. Sempre". A qualunque prezzo, anche costo di annoiarci.

 

Tornerà l'antieroina di TVD?
Julie Plec e Kevin Williamson, gli autori, negano, ma è bene ricordare che i gusti l'influenza del pubblico hanno condotto anche alla storia d'amore tra Elena e Damon che nessuno, agli inizi, avrebbe potuto pronosticare. Tutto dipenderà dalla capacità della produzione di introdurre nuove variabili, tenendo presente che gli Originali sono impegnati nello spin off omonimo, ambientato a New Orleans, e non è possibile farli apparire troppo di frequente. Sembra promettente la nuova strega, Liv - anche se a me Bonnie nel suo vero ruolo manca molto e spero che ci ripensino – mentre il filone Augustine sembra essersi esaurito.
Vedremo, vi terremo aggiornati. Intanto, non perdete tempo nel piangere Katherine. Decisamente, non ne vale la pena. La nuova puntata è alle porte. Elena è tornata!

 

 

 

*Secondo il folklore, un doppelganger è la copia, spettrale o reale, di una persona vivente. In TVD funziona un po' diversamente: i doppelganger sono discendenti di Silas e Amara, destinati a innamorarsi nei secoli dei secoli, amen. (Il resto della storia non ve lo spiego, guardate il telefilm)

Vota questo articolo
(1 Vota)

Facebook Like

Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.