Stampa questa pagina

I cinque migliori personaggi televisivi (e non) ispirati a Sherlock Holmes

Domenica, 13 Aprile 2014 22:07
I cinque migliori personaggi televisivi (e non) ispirati a Sherlock Holmes
  

Sono passati appena due mesi dalla messa in onda inglese dell'ultima puntata della terza stagione di Sherlock (Che abbiamo aspettato per due anni, ricordiamo) e già noi fan ne sentiamo la mancanza.
"Moffaaaaaaat, dacci la quarta stagione!"
Purtroppo (o fortunatamente, visto il caratterino dello sceneggiatore inglese) non sono Moffat, e per la quarta stagione dobbiamo ancora attendere.
Nel frattempo perché non colmare la mancanza di Sherlock e i suoi cheekbones da favola con cinque personaggi televisivi ispirati al detective più famoso di sempre?

 

-Basil l'Investigatopo

 

Basil

 

Diciamocelo. Chi da piccolo non ha guardato questo cartone e ha amato questo topo e le sue incredibili doti da detective?
Uscito nel 1986 questo film prende ispirazione direttamene dai libri di Sir Arthur Conan Doyle.
Basil ricalca infatti alla perfezione la figura del detective: è coraggioso, intelligente, furbo ed estremamente inglese. Ad accompagnarlo nella sua avventura c'è Topson, un topo grassottello e buono, che grazie a Basil scopre le sue abilità nascoste. Certo non somigliante all'interprete di Watson nella serie di Sherlock, Martin Freeman, ma coerente con la descrizione del medico data da Conan Doyle.
Essendo un topo, mancano a Basil i cheekbones di Benedict Cumberbatch. Credete abbia una malattia con quegli zigomi? Probabile.

 

-Dr House

 

House

 

Hugh Laurie interpreta in questa serie di successo mondiale un dottore con una dipendenza da Vicodin, freddo e calcolatore, che molto raramente riesce a giudicare i suoi pazienti sotto un aspetto umano. Ricorda qualcuno?
Sherlock Holmes era dipendente da tabacco, morfina e cocaina (Quest'ultima spesso censurata dai libri), allo stesso grado di House. Entrambi appassionati di strumenti musicali, entrambi accompagnati da un unico fedele amico, Wilson per House e Watson per Holmes. E inoltre, sia Wilson che Watson hanno alle spalle più matrimoni, al contrario di Sherlock e House, ambedue molto chiusi dal punto di vista sentimentale.
Oh, ed entrambi i personaggi sono interpretati da due attori con un gran bel paio di occhi azzurri.

 

-Conan

 

Conan

 

Conaaaaaaaan superdetective con gli occhiaaaaaali che da la caccia ai criminaaaaaaali!
In questo caso, il nostro piccolo Conan non è solo ispirato al detective, ma ne è anche un grande ammiratore! Lo stesso pseudonimo del giovane detective non è altro un omaggio a due tra i più grandi giallisti di sempre: Ovviamente Conan Doyle, e Edogawa Ranpo.
Conan cita spesso Holmes, e dichiara addirittura di voler diventare lo Sherlock Holmes del nuovo millennio. I parallelismi tra i due sono tantissimi, esercitando entrambi la stessa professione attraverso lo spirito di osservazione. Anche se Holmes non mi pare che addormentasse detective fasulli per poi prendere la loro identità con una voce indemoniata. O forse mi sbaglio.

 

-Spock

 

Spock

 

Ed ecco uno dei parallelismi più interessanti tra tutti i personaggi citati fin'ora. Non possiamo infatti dire che il vulcaniano Spock sia realmente ispirato a Sherlock Holmes, ma le teorie a riguardo si sprecano.
Le similitudini fra i due personaggi sono lampanti. Entrambi privi di emozioni (Anche se nel caso di Spock, è un tratto vulcaniano), molto intelligenti e logici, e con la promessa d'amore... Voglio dire, con una fedele amicizia donata ad un solo altro uomo, l'immancabile Watson, e il Capitan Kirk.
Ma eccovi una curiosità: Alcuni fan di entrambe le saghe, hanno ipotizzato una diretta discendenza di Spock da Holmes. Com'è possibile? Semplice, Sherlock Holmes non era altro che un visitatore vulcaniano sulla terra. A quanto pare (E parlo da conoscitrice superficiale dell'universo trekkiano) quasi tutti i maschi vulcaniani portano un nome cominciante per S e che si conclude in K.
Ma nonostante la teoria sia divertente, da accanita fan del detective, mi oppongo nel pensare che Sherlock possa avere avuto bambini, e quindi aver creato una discendenza.
Questo non è mai accaduto, rimarrò traumatizzata per sempre.

 

-Barbara D'Urso

 

Barbara

 

A questo punto sarete confusi, ma fermatevi a guardare questa foto. Osservate la sua espressione indagatrice, la sua mente fredda e geniale che lavora dietro tutto il botox.
Ed ecco a voi signori e signore la Sherlock Holmes italiana dei giorni nostri. Lei, vicina ad ogni caso di cronaca nera che avviene in Italia, capace di fare congetture che superano di gran lunga quelle del detective inglese.
Perché Barbara D'Urso ha anche un cuore signori, e che te ne fai di un investigatore che risolve i crimini, quando puoi avere qualcuno che si occupa di speculare su di essi?

Vota questo articolo
(6 Voti)
Sara Troiano

Ultimi da Sara Troiano

Articoli correlati (da tag)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.